I supermercati parigini

4 marzo 2013 34 Commenti StampaStampaStampaPDF by IP

Copyright (c) 123RF Stock Photos

A volte le cose più scontate sono quelle più utili e a cui non si pensa mai! Per questo credo che sia utile oggi parlare dei supermercati parigini, perché per me sono ormai un’evidenza, ma è vero che qualche informazione di ordine generale non guasta.

A Parigi ci sono svariate insegne di supermercati ed è molto di moda anche fare la spesa su Internet, anche se non molto conveniente se vivete da soli o in due, a causa del minimo di acquisto molto elevato e delle spese di spedizione.

Se volete dare comunque un’occhiata vi consiglio SUPERMARCHE.TV, sito fatto molto bene dove potete trovare il comparativo di tutte le offerte disponibili per la spesa online.

Per quanto riguarda i supermercati classici invece, cercherò di fare una piccola lista di quelli più conosciuti e più o meno cari.

Partiamo dal fatto che a Parigi città le gli ipermercati non sono presenti: si trovano alle porte della città e non sono quasi mai facili da raggiungere senza macchina (e sinceramente non ce n’è bisogno!).

L’insegna che si vede più spesso a Parigi è quella del Franprix, supermercato mediamente fornito e non troppo caro in cui si possono trovare anche i mitici prodotti Leader Price, che hanno salvato dalla bancarotta generazioni e generazioni di Erasmus! :-)

La seconda insegna che salta all’occhio passeggiando per Parigi è quella del Monoprix, fornitissimo ma più caro. Al Monoprix potete trovare di tutto perché oltre al reparto alimentari troverete anche vestiti, cartoleria, profumeria, tutto il necessario per la casa, bricolage, ecc…, ma attenzione ai prezzi di quello che scegliete perché potreste avere brutte sorprese alla cassa (soprattutto da italiani che cercano irremediabilmente la pasta e si trovano a pagare quasi 3€ mezzo chilo di De Cecco!).

Filiale del Monoprix è il Monop e dailymonop, aperti fino a mezzanotte, più piccoli ma carissimi! Sono piuttosto  alimentari per le urgenze o per la pausa pranzo… tranne se siete ricchi e volete per forza fare spesa lì dentro!

Continuiamo con i surrogati Carrefour (market, city, express, ecc…)che stanno invadendo qualsiasi cosa, e con i Simply Market, ancora rari ma della marca Auchan e quindi con qualità-prezzo interessante.

Un altro supermercato interessante è sicuramente DIA (vecchio ED), un hard discount. Da DIA troverete poche marche conosciute, ma i prodotti sono assolutamente decenti e a prezzi molto abbordabili. La cosa più interessante di DIA secondo me resta la frutta e la verdura che in generale è un po’ cara e di plastica in tutti gli altri supermercati, mentre lì potete comprare prodotti meno plasticosi e meno cari… certo niente a che vedere con la frutta e la verdura che si può trovare in un paese dotato di sole, ma meglio di niente. :-)

In ultima istanza vorrei poi parlare delle épiceries, questi negozietti tenuti al 99% da arabi e aperti a qualsiasi ora del giorno e della notte.
Le épiceries hanno di solito l’insegna alimentation générale e potrebbero essere scambiate per i nostri negozietti di alimentari: tendone verde esterno con le cassette di frutta e verdura sotto e tanti prodotti in poco spazio… non fatevi fregare! L’épicerie non è un alimentari, è una banca!

Per il fatto che sono aperte fino a tarda notte i prezzi praticati sono abominevoli, quindi usatele solo per le urgenze tipo:

- sono invitato a una festa e ho scordato di comprare qualcosa da bere. Comprerete una bottiglia di pessimo vino da tavola a 4€, ma nessuno se ne accorgerà perché la poserete con discrezione tra le altre bottigle della festa! :-)

- stò facendo una festa a casa e non c’è più nulla da bere! Brutta storia!!! L’épicerie ci salverà.

- ho avuto la flemma di andare a comprare il latte e adesso con cosa mangio i miei cereali??

Ecc…ecc…

Perché caratteristica comune a tutte le épiceries è che sono talmente tante che ne hai per forza una sotto casa! :-)



34 Commenti

  1. Eva
    1 anno ago

    Ciao! Che bel sito, non lo conoscevo! Io mi sono appena sistemata in zona Montmartre (Erasmus). E pur avendo comprato davvero pochissime cose di cui avevo urgentemente bisogno ho speso un patrimonio (si è trattato infatti di un Monop’ -.-“””)!! Qualcuno che conosca la zona ha qualche consiglio??? Pleaseee ;)

    Reply

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà mai pubblicato o trasmesso a terzi. I campi obbligatori sono segnalati da un *


  1. + 6 = 10