Il concetto di spogliatoio

25 febbraio 2010 31 Commenti StampaStampaStampaPDF by IP

Copyright (c) 123RF Stock Photos

Copyright (c) 123RF Stock Photos

Oggi ho voglia di prepararvi alle dinamiche del magico mondo degli spogliatoi francesi, prendendo spunto dagli spogliatoi che ho sperimentato (quello della scuola di danza dove anadavo e di qualche piscina che ho frequentato).

Ecco qua una lista di elementi che vi aiuteranno, in caso di disorientamento o amnesia, a capire che vi trovate in uno spogliatoio parigino (premetto che sono sempre stata molto tollerante riguardo gli “usi e costumi” altrui e che il mio livello di tolleranza alle schifezze è molto alto.

1. Le ciabatte sono un optional

Tutti scorrazzano a piedi nudi dallo spogliatoio al bagno (che è un bagno che usano tutti, quindi…), dal bagno alla doccia e dalla doccia allo spogliatoio. Ah, c’è anche qualcuno che attraversa la doccia con calzini e/o scarpe per raggiungere l’altro accesso allo spogliatoio. Risultato: sulle mattonelle della doccia si mischiano resti di toilette, di calzini bagnati o di tutto ciò che si può attaccare sotto una scarpa… e loro, tranquille, si fanno la doccia scalze!

2. Quelle che si fanno la doccia sono veramente una minuscola percentuale

Quasi tutte rientrano dalla sala completamente sudate, si danno una passata di asciugamano, una spruzzata di deodorante e si rinfilano i vestiti. E non mi venite a dire che si lavano a casa perché allora non vedo il motivo di truccarsi e pettinarsi prima di uscire da lì.

Ah, in piscina le docce sono rigorosamente COMUNI!

3. E’ per questo che la maggior parte delle tipe va in palestra con la sua borsetta

…nella quale ci sono il deodorante, un eventuale asciugamanino e le scarpe di ricambio rigorosamente libere e a contatto con tutto il resto… e basta. Guardo il mio borsone enorme e pesante e capisco il perché di questa differenza.

4. Ma c’è anche chi si fa la doccia

e, visto che io sono una di quelle, ho osservato vari tipi di comportamenti:

- c’è chi entra in doccia, capelli legati, una spruzzatina di acqua ed esce con un asciugamano intorno alla vita

- c’è chi entra in doccia, capelli legati, eventualmente con un bagno schiuma, e ne esce senza l’ombra di un asciugamano, allaga un pezzo di spogliatoio e si rimette i vestiti senza neanche asciugarsi… eh sì, questa è l’ultima che ho visto.

In nessun caso ci si lava i capelli e, se si lavano, rigorosamente non si asciugano… tanto c’è l’aria che ci pensa no? Anche se fuori fa -20°.

Insomma, il vantaggio di essere una straniera è che dopo cinque minuti sono completamente sola nello spogliatoio, con le mie strane ciabatte rosa di plastica, con il mio doppio asciugamano (uno per i capelli e uno per il corpo), e soprattutto con il mio asciuga capelli che, quando l’accendo, fa girare le poche teste rimaste con sguardo attonito e un pensiero nascente:

“MA DA CHE PIANETA VIENE QUESTA QUI ?” :-)



29 Commenti

  1. Maura
    2 anni ago

    Ciao IP, anche mio marito era l’unico con le ciabatte in doccia e a me, che avevo non un asciugamano, bensi’ un accappatoio con cappuccio di quelli in microfibra e ultracompatto, mi guardavano tutte con aria stupita e una mi ha detto pure: non ho mai visto un coso del genere!!!!AHAHAHAH!!

    Reply

  2. francesco
    2 anni ago

    come sarebbe a dire “docce comuni”??! e il pudore?

    Reply

    • IP
      2 anni ago

      inesistente… ma si fa la doccia col costume della piscina addosso chiaramente!

      Reply

  3. Betta
    3 anni ago

    Aggiungo, a proposito di abitudini igieniche, il fatto che tutti possono liberamente maneggiare e palpare frutta e verdura a mani nude nei mercati, e i venditori non hanno nulla da ridire… Dopo l’acquisto una bella lavata ci vuole :-)
    Mi permetto anche di spezzare una lancia a favore di una francese in particolare, cioè la signora che mi affitta una stanza in casa sua: ci tiene molto alla pulizia e all’ordine, l’ho anche vista fare le pulizie con grande cura, e la casa abbonda di tutti i prodotti possibili e immaginabili :-) Brava Frédérique! Poi non so se vada in palestra o no..hihihi!!
    Ciao a tutti!

    Reply

  4. Fatyk
    5 anni ago

    Ho trovato per caso questo sito, e vorrei contribuire con la mia esperienza.
    Non sono mai stato a Parigi ma in compenso avendo dei familiari in francia parlo correttamente francese e conosco bene la stessa, avendola frequentata per tutta la mia vita anche quasi sempre nel periodo estivo.

    Premetto chi quando non si vive direttamente in un paese per molti anni dobbiamo ammettere che il nostro giudizio sarà sempre parziale.

    Detto questo però non posso che confermare ed aggiungere che nelle case degli amici dei miei vari cugini francesi, il disgusto era notevole.

    Per carità ci sta pure che fosseri loro ad avere amicizie poco diaciamo “ortodosse” ma da qui a farsi un opinione generale il passo è breve.

    Io però una spiegazione la darei al fatto della più precoce emancipazione dalla casa dei genitori dei francesi con le cattive abitudine che ne conseguono.

    Forse la bambocciosità non è poi così negativa??

    Reply

2 Trackbacks

  1. [...] SE NON TI ASCIUGHI I CAPELLI dopo la doccia e per te l’asciugacapelli è un oggetto [...]

  2. [...] dopo il concetto di spogliatoio, passiamo a un’ altra caratteristica a me cara di questa città: il concetto di spazio. [...]

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà mai pubblicato o trasmesso a terzi. I campi obbligatori sono segnalati da un *


  1. + 6 = 7