I lucchetti dell’amore sul Pont des Arts
17/01/2011
Le Comptoir Général
14/03/2011
Tutti

IP intervista Jiandri

L’incontro tra IP e Jiandri vale la pena di essere raccontato.

Un giorno ricevo una mail di un certo Alessandro (in arte Jiandri) che mi dice che ci eravamo già scambiati un paio di mail (ah sì?) e che seguendo da quel dì le orme di Italiani Pocket avrebbe voluto invitarmi al suo  prossimo concerto all’Européen.

Prima reazione di IP: e chi è Jiandri?

Dopo un rapido giro su Internet mi imbatto in questo artista ancora a me sconosciuto e mi accorgo che la sua musica mi intriga non poco, decido quindi di accettare l’invito e ci mettiamo d’accordo per una mini intervista il pomeriggio prima del concerto.

Classe 1975, Jiandri ha collaborato con i musicisti di  Paolo Conte e con Roy Paci che ha prodotto  il suo disco Susak nel 2007. Lo stesso anno viene poi contattato da Lisa Romano (giovane regista siciliana) che gli chiede 5 brani da utilizzare per il suo film Se chiudi gli occhi: questa collaborazione sarà il punto di partenza di un nuovo percorso tra musica e cinema che porterà Jiandri a comporre per diversi film pubblicitari e cortometraggi.

Dall”incontro con The Munchies Movies Production (casa di produzione italiana) nascerà poi Time is up, canzone di chiusura del cortometraggio omonimo e primo single del nuovo album Urlo. La casa di produzione The Munchies è anche produttrice della tournée di Jiandri, compresa la data parigina a cui ho avuto il piacere di assistere.

Questo è per la biografia ufficiale di Jiandri.

Per quanto riguarda invece il lato umano, sono entrata in contatto il tempo di un pomeriggio con un artista dalle mille sfaccettature, intraprendente, indipendente e seguace dei suoi sogni e del suo istinto, e con tutta l’équipe di simpaticissimi internazionali (croati, italiani, francesi, inglesi… un ringraziamento particolare a Paola con cui ho fatto due chiacchiere prima dell’intervista), che mi ha ricordato le mie prime serate parigine, mix di lingue e di culture, tanto affiatamento e soprattutto un’accoglienza indimenticabile!

Godetevi l’intervista e qualche estratto dei brani del concerto! 🙂

www.myspace.com/jiandri

www.jiandri.com

2 Commenti

  1. marco ha detto:

    Parigi città punk?!? Ho capito bene?
    Mah….

  2. Lurezia ha detto:

    Sei una grande! Grazie per avermi fatto iniziare la giornata con questa bella intervista! salutami tantissimo Parigi, quanto mi manca….
    Lu 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi