La festa delle nonne
04/03/2016
Il paradosso francese del cognome da sposata
21/03/2016
Tutti

Leginews – gli equipaggiamenti obbligatori dell’appartamento ammobiliato

Il Decreto 2015-981 entrato in vigore il primo agosto 2015 definisce, finalmente, quali debbano essere gli equipaggiamenti di un appartamento ammobiliato affittato in qualità di residenza principale. Fino ad oggi il solo testo espressamente dedicato alla materia era l’articolo 25-4 della legge del 6 luglio 1989 sugli affitti, che definiva l’appartamento ammobiliato come un appartamento decente, equipaggiato di un mobilio in numero e qualità sufficiente per permettere al locatario di dormirci, mangiare e vivere in modo conveniente, riguardo alle esigenze della vita. Lasciando alla giurisprudenza il compito di definire concretamente “cosa” si intendesse per locazione “meublée”.

In generale, la posizione costante della magistratura era per ritenere che un appartamento potesse dirsi meublé, qualora fosse guarnito dal mobilio per assicurare l’immediato utilizzo. In pratica, dovevano essere presenti: letto, cucina completa di angolo cottura, sedie, tavolo, ed eventualmente utensili da cucina.

Oggi il decreto al suo articolo 2 precisa che equipaggiamenti obbligatori siano almeno gli elementi seguenti:

  1. Letto con trapunta o coperte;
  2. Dispositivi di oscuramenti delle finestre delle stanze destinate a essere utilizzate come camera da letto;
  3. Piastre e dispositivi di cottura;
  4. Forno o forno a micro-onde;
  5. Frigorifero e congelatore, o come minimo un frigorifero dotato di uno scompartimento permettendo di disporre di una temperatura inferiore à -6°C;
  6. Le stoviglie necessarie a prendere i pasti;
  7. Utensili da cucina;
  8. Tavole e sedie;
  9. Mensole e ripostigli;
  10. Luci e lampade;
  11. Materiali per la pulizia adatta alle caratteristiche dell’alloggio.

Il decreto non precisa le eventuali sanzioni in caso di mancanza di uno o più equipaggiamenti, è ragionevole pensare che l’inquilino possa negoziare una riduzione del canone locativo ovvero pretendere dal proprietario che provveda ai necessari investimenti. Tuttavia, anche nel silenzio del legislatore decretale, si ricorda che rimane in vigore la regola classica in materia di locazioni, al proprietario i lavori di fondo, all’inquilino i lavori di manutenzione e un obbligo generale di sorveglianza sui beni che si trovano nell’alloggio.

Ernesto Benelli

Avv. stabilito al foro di Perugia e Parigi

+33 (0) 1 70 25 18 16


3 Commenti

  1. Luca ha detto:

    Salve, ho una questione riguardante “gli equipaggiamenti obbligatori” quando si compra una casa. Intendo quali sono le certificazioni obbligatorie che un’agenzia deve fornire all’acquirente in fatto di impianto elettrico, gas, riscaldamento e magari certificazioni di trattamento contro le termiti. Ho cercato su Google ma magari sbaglio parole chiave (non sono una cima in francese) e non ottengo nulla. Grazie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi