Il digicode
01/08/2016
© flickr_stratman
Il cellulare: scheda o abbonamento?
05/09/2016
Tutti

La CAF e l’aiuto per pagare l’affitto

Ah Parigi! Ah, i francesi e le loro sigle! Una delle prime cose da imparare quando si arriva qui, è l’uso delle sigle e delle abbreviazioni, che vanno da restò (restaurant) a Mc’do (Mc Donald) e via dicendo. Ma tra le tante sigle assurde e inutili, ce n’è una che se venite ad abitare a Parigi non dovete scordare perché vi sarà molto utile: la CAF (Caisse d’Allocations Familiales).

Vi ricordo che per qualsiasi difficoltà nel gestire la CAF (che è l’organismo più ottuso e surrealista dell’amministrazione francese), posso occuparmene personalmente tramite l’agenzia di servizi. Dettagli e tariffe sul sito Paris pocket – Facilitateur de vie®.

Che cos’è?

La CAF è un organismo pubblico legato a quello che in Italia corrisponde alla ASL (più o meno), vi risparmio i dettagli.

Cosa fa?

La Caf aiuta finanziariamente le persone con redditi (molto) bassi attraverso svariati aiuti, tra cui L’AIUTO PER PAGARE L’AFFITTO (o parte del mutuo per la prima casa). La CAF fa un sacco di altre cose, ma in questo post mi concentrerò sull’AL .

Chi può avere gli aiuti?

I criteri di selezione sono molteplici e indecifrabili (e non li conosco in dettaglio), ma quelli fondamentali sono :

  1. avere UN CONTRATTO DI AFFITTO IN REGOLA (subaffitti, accordi vocali, affitti turistici e compagnia non fanno parte di questa categoria)
  2. avere un CONTO IN BANCA FRANCESE (è obbligatorio. Senza RIB francese non riuscirete neanche a completare la richiesta online)
  3. Poter GIUSTIFICARE DI UN MINIMO DI RISORSE
  4. Un NUMERO DI SECURITE SOCIALE francese vi faciliterà di molto la vita ma non è obbligatorio… ma accorcerà di molto i tempi. je dis ça je dis rien. ;-p

NO CONTRATTO IN REGOLA = IL PROPRIETARIO NON PAGA LE TASSE = NO AIUTO PER VOI (logico no?)

NO STIPENDIO FRANCESE = NON PAGATE LE TASSE IN FRANCIA = MOLTO DIFFICILE AVERE DIRITTO A QUESTO AIUTO SE NON VE LO PAGATE CON LE TASSE (logico no?)

I criteri di selezione sono molto severi e se arrivate in Francia senza un minimo di risorse che potete giustificare (aiuto dei genitori, lavoretto francese, borsa di studi, ecc…), avrete moltissime difficoltà per ottenere gli aiuti.

Per sapere SE e a QUANTO avete diritto, basta fare il TEST sul sito a partire da QUI.

In pratica

Dopo aver firmato il contratto di affitto vai QUI, rispondi alle domande e invia per posta i documenti richiesti alla fine della procedura. Bisogna aspettare un mese prima che il dossier venga trattato e, se si ha diritto agli aiuti, dopo un altro mese si riceverà il primo pagamento direttamente sul conto francese.

INFORMAZIONI IMPORTANTI SULLA PROCEDURA

  • Dopo aver compilato tutti i campi richiesti, scarica il tuo modulo precompilato in PDF. Mi raccomando salvalo perché:

– contiene il tuo numero allocataire che ti servirà per chiedere la password per accedere al tuo account ;

– devi spedirlo per posta insieme ai documenti indicati nell’ultima pagina

– c’è l’indirizzo della CAF dalla quale dipendi e alla quale devi spedire il tutto

  • Tutta la parte sul reddito, se non avete mai lavorato in Francia o non avete mai lavorato in generale, dovete lasciarla vuota e mettere 0€ ovunque.
  • Se avete lavorato in Italia, dovete indicare il vostro reddito percepito all’estero nell’anno in cui ve lo domanda il modulo.
  • Il reddito dei genitori in Italia non va dichiarato, quando venite in Francia non dipendete fiscalmente dai vostri genitori perché loro non lavorano in Francia e non pagano le tasse francesi.
  • Inutile fare domanda alla CAF prima di avere il contratto di affitto firmato.
  • L’aiuto all’alloggio si intende per appartamento, se siete in 5 a firmare il contratto il totale sarà diviso per 5 (nella domanda dovete indicare la VOSTRA parte di affitto).
  • Per étudiant boursier si intendono le borse di studio FRANCESI su criteri sociali. Se avete qualsiasi altra borsa di studio (compreso l’Erasmus o le borse di dottorato) NON SIETE étudiants boursiers e sono da considerarsi come un reddito.
  • Se vi chiedono di inviare cento volte lo stesso documento, inviatelo senza fare storie se volete che il dossier non venga bloccato.

Le tempistiche

Gli aiuti scattano dal primo giorno della registrazione della domanda sul sito, NON SONO RETROATTIVI e ci vuole minimo UN MESE per il trattamento del dossier.

Esempio: traslocate il 1° settembre, fate domanda il 3 ottobre, gli aiuti saranno calcolati dal 4 ottobre, ci vorrà un mese per il trattamento del vostro dossier e il primo versamento (con ottobre e novembre arretrati) arriverà a dicembre.

Se dopo un mese e mezzo dall’invio del dossier non avete nessuna notizia, contattate la CAF e chiedete se ci sono problemi.

I documenti richiesti

  • La lista approssimativa dei documenti richiesti la trovate QUI e anche scaricando il modulo dopo averlo copilato, come spiegato prima.
  • Vi chiederanno di sicuro un estratto di nascita in francese: inutile spendere soldi per farlo tradurre, ora i Comuni possono farvelo su modulo internazionale, basta farne la richiesta, è gratuito.
  • Se vi chiedono un documento che attesti che avete un minimo di risorse per vivere si tratta di una semplice autocertificazione, QUI potete trovare un modello.
  • Se non avete una copertura sanitaria francese vi chiederanno di sicuro un’Attestation d’affiliation de couverture (y compris CMU) couvrant les risques maladie et maternité che per voi corrisponderà alla TEAM (Tessera Sanita Europea). A seconda dell’ignoranza, dell’ottusità e della voglia di lavorare dell’impiegato che tratterà il vostro dossier, ci metteranno più o meno tempo a capire che la TEAM vale come copertura sanitaria anche in Francia e ve la chiederanno più o meno volte, voi continuate a inviare lo stesso documento all’infinito spiegando che siete europei e che è un documento valido (e in bocca al lupo!).

Dove inviare la richiesta e i documenti

Il modulo compilato e completo di tutti i documenti va inviato per posta alla vostra CAF. L’indirizzo dal quale dipendete sarà indicato nel PDF che stamperete.

ATTENZIONE: per ogni minimo cambiamento di situazione personale o professionale bisogna compilare e spedire l’Avis de changement de situation a partire dall’ ACCOUNT.

SE TORNATE IN ITALIA dovete semplicemente mandare una mail dal vostro account comunicando il giorno della partenza. In questo modo la Caf prenderà in conto la partenza e stopperà i pagamenti.

Il celebre modulo “Droit au séjour”

Una volta all’anno la CAF vi chiederà di aggiornare la vostra situazione per ricalcolare gli aiuti e riceverete, oltre al modulo per aggiornare le risorse, il celeberrimo modulo Droit au séjour.

Il DROIT AU SÉJOUR non corrisponde in nessun modo al TITRE DE SÉJOUR, inutile quindi sbraitare contro la CAF che non sa che siete europei e che quindi non avete bisogno del titre de séjour. :-p

A seconda della vostra situazione e in quanto europei, dovete poter giustificare il vostro droit au séjour :

  • se siete lavoratori dipendenti o freelance con contratto di lavoro, buste paga, ecc..
  • se siete studenti dovete essere iscritti a una scuola francese, avere una copertura sanitaria e garantire di avere le risorse necessarie per vivere
  • se siete inattivi o pensionati dovete giustificare che avete una copertura sanitaria e garantire di avere le risorse necessarie per vivere

Per maggiori informazioni clicca qui

1062 Comments

  1. Cecilia ha detto:

    Ciao!Grazie per questa magnifica guida 🙂
    Ti espongo il mio dubbio…Starò a Parigi 6 mesi con l’erasmus e ho la possibilità di alloggiare o in un T1(studio) di una bella residenza del crous che costa 377 euro al mese e facendo la simulazione del CAF mi dicono che avrei diritto a 177 euro al mese!!!(mi sembra troppo)o in un’altra residenza meno bella dove alloggerei in una camera con bagno e cucina in comune e costa 200 euro e avrei diritto a 40 euro al mese. In entrambi i casi ho segnato che sono studentessa non borsista ma percepisco un salario(borsa di studio erasmus da 230 euro al mese).Ma può essere davvero così o ho sbagliato qualcosa??cioè mi sembra strano che più la residenza è bella e costosa e più soldi mi diano! GRAZIE!!!

    • IP ha detto:

      Ciao Cecilia,
      i criteri della CAF sono molteplici e non li conosco, ma ti segnalo che il CROUSS è una residenza convenzionata, se non lo hai messo nella simulazione rifalla. 🙂

      • Cecilia ha detto:

        Ok grazie, mi viene comunque 177 euro al mese o 205 addirittura…bah!!Solo una volta arrivata lì scoprirò quanti soldi riceverò 🙂 Ultimissima cosa…siccome mi accingo a partire e sto raccogliendo tutta la documentazione che mi servirà lì, per il CAF dovrò portare il contratto di affitto della residenza in cui alloggerò, un certificato che attesti che studio in un’università di Parigi,un IBAN dopo aver aperto un conto a Parigi, un documento d’identità presumo e un certificato di nascita? Non ho mai lavorato nè in Italia nè in Francia quindi sono queste le cose essenziali giusto?GRAZIE INFINITE!

        • IP ha detto:

          Ciao Cecilia,
          se stapi il modulo che dovrai inviare alla fine c’è la lista di tutto quello che ti richiedono.
          Fai una richiesta “finta” per poter stampare il modulo ed avere la lista completa.

          • Cecilia ha detto:

            Ok grazie! Il CAF mi chiede un justificatif de scolarité. Devo procurarmelo in Italia presso la mia Università?

  2. andrea ha detto:

    Ciao
    Innanzitutto volevo dirti grazie per il sito! non sai quanto mi ha aiutato! Mi sono trasferito a Parigi un anno fa e senza questo sito tutto sarebbe stato maledettamente più complicato! Ora però ho una domanda riguardo agli aiuti della CAF alla quale non riesco a trovare una risposta chiara. Avendo lavorato in Italia nel 2009 non riesco a capire se devo dichiarare il netto o il lordo di quello che ho percepito. E per la domanda dell’anno prossimo visto che avrò dei redditi francesi sarà il “net imposable”?

    Grazie mille

    • IP ha detto:

      Ciao Andrea,

      dipende da dove te lo chiedono e da cosa ti richiedono. È la CAF che ti chiede le tue “revenue” dell’anno scorso? Che c’è scritto nelle istruzioni sulla casella in cui devi inserire il tuo stipendio? Non mi ricordo se la CAF richiede il “net imposable” o il “net” reale, ma dovrebbe essere indicato nel modulo no?

      • andrea ha detto:

        be si è la CAF che mi chiede le mie risorse del 2009, cioè le risorse percepite in italia no? La sola cosa che è scritta nel modulo è “Salaires avant abattement fiscal de 10 %”.
        Poi cosa intendono per Frais rèels deductibles? (“Frais réels déductibles : le montant déclaré aux Impôts”.
        Io nel 2009 ho avuto solo entrate in italia.Devo dichiararle nella casella “salaires” ,giusto?
        Il problema è che non so se are il lordo o il netto di quanto ho guadagnato nel 2009.

        Ciao

        • IP ha detto:

          Ciao Andrea,

          se nel 2009 hai lavorato in Italia devi dichiarare il reddito italiano “netto” in quanto gli aiuti sono calcolati rispetto a quanto reddito effettivo hai e devi dichiararlo nella casella “salaires”.
          Per ogni altro dettaglio ti invito a consultare il post sulla dichiarazione dei redditi dove troverai il link al sito delle Impôts in quanto non sono un’esperta. 🙂

  3. Andrea ha detto:

    Ciao. Complimenti per il sito.
    Una breve domanda. Sono uno studente che dovrà fare uno stage per 6 mesi (alla fine 7 mesi di affitto) presso la Defense e abitero a Neuilly sur Seine. Facendo la simulazione col CAF avrei diritto a 280 euro e roti. Immagina la contentezza. Poi vado a leggere la 17 di http://www.caf.fr/wps/portal/particuliers/catalogue/questionsreponses e mi piomba il mondo addosso. Bisonga stare almeno 8 mesi come stagista per avere un aiuto??! Ho capito bene (non mastico benissimo il francese, ho incominciato solo 2 mesi fa).
    Saluti

    • IP ha detto:

      Ciao Andrea,
      la domanda nella FAQ non ti concerne, riguarda gli studenti che hanno già un aiuto x esempio a Parigi e devono fare uno stage x esempio a Nantes o all’estero e richiedono un altro aiuto. Quindi non corrisponde alla tua situazione.

      a presto

      • Andrea ha detto:

        Grazie mille. Gentilissima

        Nel frattempo avevo posto questa e, un’altra, al caf. Come immaginavo, visto la tua conoscenza, hanno confermato quanto dicevi. Inoltre ho chiesto se sia necessario l’uso del certificato di nascita multilingue. Mi hanno detto che non è obbligatorio, basta inviargli il certificato in lingua originale!!!

        Vi allego per sicurezza la mail che il caf mi ha inviato (rapidissimi devo dire):

        Bonjour,

        Vous pouvez avoir droit à une aide au logement même si vous restez moins de 8 mois en France, pour la période où vous aurez occupé le logement.
        L’acte de naissance multilingue n’est pas obligatoire, vous pouvez nous
        adresser l’acte de naissance dans votre langue d’origine.

  4. Stefano ha detto:

    Ciao!
    Avevo letto qualche mese fa una cosa ma non riesco più a rintracciare l’informazione…
    ovvero che se il mio contratto è partito a gennaio e io ho fatto domanda a marzo, io vengo rimborsato dalla caf a partire dal mese di gennaio.
    è veramente così? perché siamo a giugno e i soldi di gennaio e febbraio non li ho mai ricevuti.
    come devo comportarmi?
    grazie mille davvero, il tuo sito è stato soprattutto nei primi mesi INDISPENSABILE. senza non so come avrei fatto.

    • IP ha detto:

      Ciao Stefano,
      se sul tuo contratto c’è scritto gennaio e hai diritto agli aiuti, saranno a partire da gennaio. Se ancora non hai ricevuto nulla c’è stato sicuramente un problema nel dossier e/o qualcosa che si è perso, ti consiglio di contattarli per capire cosa è successo.

      • Stefano ha detto:

        Ciao, si sul mio contratto c’è scritto primo gennaio e si, ho diritto agli aiuti, tanto che li ricevo regolarmente.
        Ho scritto alla CAF facendoglielo notare e loro mi hanno allegramente risposto che dato che ho fatto domanda al 20 febbraio ho diritto all’aiuto dal mese di febbraio.
        Mi sai dire dove hai preso l’informazione che hai messo sul sito? Così che io possa documentare un’eventuale mia risposta alla CAF. Altrimenti vuol dire che mi sono fidato troppo del sito e ho perso un po’ di soldi…

        • IP ha detto:

          Ciao Stefano,
          a me hanno versato il contributo a partire dalla data di entrata nell’appartamento, poi verificando sul sito ho trovato questo:

          AIDE AU LOGEMENT : NE TARDEZ PAS A FAIRE LA DEMANDE
          Le droit à l’aide au logement s’ouvre le mois suivant celui au cours duquel vous remplissez toutes les conditions d’attributions

          So, le regole sono cambiate.

  5. federica ha detto:

    Bonjour,
    vorrei solo informarmi se qualcuno di voi é al corrente di eventuali cambiamenti nelle regole per ottenere il “CAF Particuliers”. noi siamo una coppia ed in teoria dovremmo ricevere la Caf concubinato di circa 320 EURO.
    Oggi salta fuori che dovremmo essere domiciliati a Parigi da minimo 5 ANNI.
    Qualcuno saprebbe dare delucidawioni in merito? Grazie mille à bien tôt.

  6. Valentina ha detto:

    Salve, sono in francia da quasi 10 mesi, ora devo tornare in italia e mi è sorto un dubbio…
    il primo mese di affitto mi è stato rimborsato dal caf, cosa devo fare è normale? o devo restituire i soldi? grazie

  7. elvi ha detto:

    Ciao!
    ti ho già scritto perchè sono stata 3 mesi a parigi e non ho ricevuto il contributo caf per il mese di gennaio 2011.ho provato a contattare il caf ma nn ci riesco. mi è arrivata stamattina una mail che riguarda la dichiarazione 2011. è possibile che i soldi nn mi sono stati versati perchè manca la dichiarazione 2011? io non ho lavorato a parigi,sono una dottoranda e quindi ho percepito una borsa italiana. pensi che debba fare la dichiarazione?
    Grazie in anticipo!!

    • IP ha detto:

      Ciao Elvi,
      la dichiarazione 2011 viene inviata per calcolare a quanto avrai diritto l’anno prossimo quindi non c’entra nulla con il fatto che non hai ricevuto i soldi di gennaio.
      Se ricevi la CAF vuol dire che hai un numero e un codice con il quale puoi entrare nel sito e scrivergli, a me hanno sempre risposto dopo qualche giorno. Se hai perso il codice devi fare richiesta di uno nuovo cliccando su “code perdu?”.

  8. Anna ha detto:

    Ragazzi sono TERRORIZZATA dalla mole di cose da capire e da sapere pre-partenza…
    Provo ad implorare il vostro aiuto: tra 2 settimane parto per l’Erasmus ad Aix en Provence (9 mesi)…
    Non ho ancora compilato la simulazione online, ma intanto:
    1) sono una dottoranda di ricerca (percepisco una borsa di studio italiana), per lo stat italiano la borsa di studio del dottorato di ricerca non è considerato reddito, non esiste un cud, e non risulto occupata…quindi non è considerabile un reddito.
    2)lavorando i miei genitori in Italia, risultano nullatenenti in Francia…o ho capito male?
    3)sono in contatto con una residenza del luogo che m’ha chiesto il certificato di contributo CAF (ma se non arrivo prima ad Aix, e non firmo nessun contratto di locazione, il CAF come può attribuirmi le coordinate di un dossier, che, de facto non sarà aperto se non il primo giugno???)
    4)ho letto che i contributi CAF sono interrotti d’este a meno che la residenza non certifiche che sto “a guardia dell’alloggio”… CIOE’???
    Comunque vado al Comune della mia città lunedì e chiedo un certificato di nascita in tutte le lingue parlate e/o parlabili…
    CHE NON SI SA MAI…
    GRAZIE infinitamente: questo sito è GENIALE!!!

    • IP ha detto:

      Ciao Anna,
      per prima cosa, se fai la simulazione, hai tutte le risposte. 🙂

      Cmq…
      1. dottoranda con una borsa di studio = salarié
      2. confermo
      3. è esattamente quello che devi dirgli
      4. non capisco che vuoi dire in italiano 🙂

      a presto!

      • Anna ha detto:

        Scusa…effettivamente non era italiano….era a metà tra “i contributi d’etè” e quelli d’estate (s’è capito che mi sto perdendo a pensare 1/2 in italiano e 1/2 in francese???)
        Insomma il fatto è che ho letto che la CAF non dà contributi per l’alloggio d’estate… MA IO PARTO D’ESTATE!!!
        Per quanto riguarda me….sono salariè…ma io non presento la dichiarazione dei redditi in Italia, quindi che gli mando???…
        GRazie, grazie 1000, davvero di cuore

        • IP ha detto:

          Anna, porca miseriaccia, lo vuoi fare stò test o no?? 🙂
          Quando stampi il modulo c’è la lista dettagliata di tutto quello che gli devi mandare e ti accorgerai che non devi mandare nulla di italiano, devi solo dichiarare con quanto campi. Per il contributo estivo credo che sia a “causa” della residenza convenzionata, informati con loro e cmq se non paghi l’affitto d’estate mi sembra logico che non ti mandino il contributo per l’affitto. ^^

  9. Astrid ha detto:

    Ciao,
    sono Astrid.
    Sono una studentessa di 26 anni. Ho vinto un Master con borsa che prevede un Erasmus di 1 anno a Grenoble…. volevo qualche consiglio perche’ non capisco bene se posso o meno usufrire di questo aiuto nel pagamento dell’affitto. Ho visto vari Residence universitari che nell’indicare l’ammontare del mensile tra parentesi annotano che puo’ essere ridotto attraverso il caf….
    cosa mi consigli di fare…?
    Te ne sono immensamente grata.

  10. elvi ha detto:

    Ciao.
    Grazie per il sito che mi è stato utilissimo.
    Ho un problema. Sono stata a Parigi per tre mesi Novembre, Dicembre e Gennaio. Ho ricevuto un bonifico dal Caf solo per dicembre ma niente per gennaio. Sapevo di non ricevere soldi per il primo mese di novembre ma pensavo che gennaio mi fosse pagato. Ormai sto in Italia da più di due mesi e dovrei anche chiudere il conto francese. Pensi che sia normale? Devo ancora aspettare oppure posso contattare in qualche modo il Caf?
    Grazie in anticipo!!

    • IP ha detto:

      Ciao Elvi, in realtà hai diritto ai tre mesi di CAF, ma con un mese di scarto, quindi novembre pagato a dicembre, ecc…
      Se non hai ricevuto tutti e tre i mesi devi contattarli e farti spiegare cosa è successo.

  11. Mario ha detto:

    BELLISSIMO (il sito)
    avrei bisogno di info:
    sono uno studente di dottorato e ho già vissuto a Parigi per un pò… conosco la CAF…ma ora ho un dubbio…
    dovrei venire a Parigi per 9 mesi (da aprile)…
    avevo trovato una casa a 700 euro… certo è troppo, ma con l’aiuto CAF, facendo due calcoli riuscivo a riprendere 200 euro…
    quando chiedo alla proprietaria la questione del CAF, lei mi dice che la prende già il figlio e non può farla….
    mmmmmmm
    quindi cerco di pensare come risolvere (la casa vale la pena)… allora ho letto qui, che c’è la possibilità di dichiarare l’hébérgement (presumo gratuito)…
    tu specifici che è uno dei requisiti per richiedere l’aiuto…
    credo che l’hébérgement non comporti nulla a livello fiscale per il proprietario (vero?) e la domanda è:
    come locatario (in teoria a 0euro) mi toccherebbe la CAF? (mi sembra strano)
    ma aspetto risposte illuminanti
    grazie

    • IP ha detto:

      Ciao Mario,
      la CAF è legata all’appartamento, al contratto di affitto e a chi è nel contratto, quindi il fatto che tu non possa averla perché ce l’ha già il figlio denota assolutamente che la proprietaria stà imbrogliando da qualche parte e chi ne farà le spese sarai chiaramente tu.
      Niente contratto, niente pagamento di un affitto, niente CAF! In quanto aiuto all’alloggio sarebbe un po’ illogico aiutarti se non paghi ufficialmente l’affitto no? 🙂
      La déclaration d’hébergement è solo un giustificativo di domicilio e non ti dà diritto a nulla se non a facilitarti la vita se non hai il tuo nome su un qualche contratto (casa, luce o telefono fisso).

      • M ha detto:

        Alla fine ho mollato madame “truffa” e ho trovato una stanza nello studentato… (oh sto sito è una svolta)
        volevo chiederti un ultima cosa sulla CAF
        sto compilando il modulo, e mi chiede se lavoro o no…e se ho percepito un salario nel 2009… nel 2009 avevo una borsa di studio in Italia,
        che faccio? come lo inserisco?
        grazie ancora

        • IP ha detto:

          Ciao M, bene! Meglio cosi’! 🙂
          Per i redditi 2009, se hai percepito una borsa lo devi indicare come reddito percepito all’estero.

  12. Alice ha detto:

    Ciao scusa potresti dirmi cosa bisogna fare per fare un contratto d’affitto ufficiale? la mia padrona di casa è italiana e non ha idea di casa bisogna fare… grazie mille! 🙂

  13. holly ha detto:

    Ciao! Sapete dirmi se si può fare la richiesta al caf anche per un soggiorno di soli 4 mesi? grazie!

    • IP ha detto:

      Ciao Holly,
      certo che puoi farlo ma sappi che hai un mese di sfasamento quindi quando parti devi tenere il conto aperto per un altro mese, il tempo che ti fanno l’ultimo bonifico.

  14. vincenzo ha detto:

    ciao dovrei trasferirmi in francia per lavoro. dato che ho avuto dei disguidi con le banche italiane e quindi non posso avere un conto bancario ne finanziamenti. IN FRANCIA potrei aprire un conto bancario per versalre lo stipendio? grazie

  15. simone ha detto:

    Scusate forse la risposta c’è nel blog ma non riesco a trovarla…… mi trasferirò a Parigi a Febbraio, terrorizzato dalla burocrazia ho preparato una bella cartellina con tutti “spero” i documenti che servono per iniziare la mia nuova vita, ma ho paura di scordare qualcosa, non c’è un elenco dei documenti (certificati etc. etc.) da portare?

    PS: il dubbio mi è venuto vedendo nei post la richiesta del certificato di nascita a cui non avevo pensato…….
    grazie a tutti!!!!!!!!!!!

  16. simone ha detto:

    Ciao, a febbraio mi trasferirò a Parigi per andare a vivere con la mia ragazza che è già lì entrambi siamo italiani io non ho mai lavorato in francia e lei è iscritta all’università (frequenta la specialistica in lingue) sai consigliarci come avere il massimo aiuto dalla CAF? Ci conviene dichiarare che siamo una coppia o cos’altro? PS: ma le stanze doppie come si trovano e soprattutto quali sono i prezzi?

  17. Stefano ha detto:

    Ciao! Bel sito davvero!!
    Devo compilare il modulo del CAF e il mio dubbio è: nella parte relativa ai redditi percepiti nel 2009 devo mettere ciò che ho guadagnato in Italia? O devo dichiarare 0€ perchè è riferito solo ai redditi percepiti in Francia (non ho mai lavorato in Francia)? Grazie Un saluto

    • IP ha detto:

      2. Tutta la parte sul reddito, se non avete mai lavorato in Francia o non avete mai lavorato in generale, dovete lasciarla vuota e mettere 0€ ovunque.
      Se avete lavorato in Italia, dovete indicare il vostro reddito percepito all’estero.
      La parte sul reddito la compilerete a partire dal secondo anno che abitate in Francia e riferendovi a quello che avete guadagnato (o non guadagnato) l’anno prima.
      Il reddito dei genitori in Italia non va dichiarato, quando venite in Francia siete staccati dalla tutela dei genitori perché loro non lavorano in Francia e non pagano le tasse francesi.

      • Stefano ha detto:

        Scusami ancora non capisco..se ad esempio ho guadagnato 1000€ in Italia devo dichiarare 0€ (perchè non ho mai lavorato in Francia in questo caso) o dichiarare 1000€ (reddito percepito all’estero)? Nel caso in cui dovessi dichiarare i 1000€ devo scriverlo nel punto 2 del modulo (salaires)? Grazie ancora Stefano

        • IP ha detto:

          Se avete lavorato in Italia, dovete indicare il vostro reddito percepito all’estero.

          , quindi i 1000€ dove ti viene chiesto “indiquez le montant total de vos salaires”, poi se clicchi sulla parola salaire trovi la spiegazione:

          Salaires perçus à l’étranger :
          Indiquez les montants avant impôt de tous vos revenus perçus hors de France ou versés par une organisation internationale (même s’ils sont non imposés ou non imposables en France). Indiquez les montants en euros.

  18. Matteo ha detto:

    Ciao!
    innanzitutto complimenti per il tuo sito, è molto ben fatto e lo sto trovando utilissimo!
    Sono uno studente Erasmus, sono qui da tre mesi, mi sono ambientato abbastanza bene..
    Ma… qualche giorno fa mi è arrivata dalla CAF (che finora mi aveva versato il contributo) una lettera nella quale mi viene richiesto imperativamente il mio atto di nascita, tradotto in francese.. Ho chiesto a numerosi altri studenti stranieri, Erasmus e non, anche che sono in Francia da anni, e mi han detto che a loro non è mai arrivata..
    Come ho letto da post precedenti, dovrebbe essere ok chiedere al Comune di residenza in Italia, senza passare dunque (come invece temevo) per il Consolato e i traduttori ufficiali, a pagamento..
    Ma ti volevo chiedere questa questione.. Nella domanda CAF che ho fatto qualche mese fa credo di essermi sbagliato e di aver indicato a zero tutte le entrate (quindi “toppando” sull’introito Erasmus, i famosi 230 euro).. Pensi sia per questo che sia arrivata quella richiesta? In ogni caso, se mi sono sbagliato, posso controllare da qualche parte? e correggere, in caso?
    non credo di essere il solo ad aver fatto questo errore, in ogni caso, nella giungla degli studenti stranieri in arrivo a Paris 😉

    Ti ringrazio molto per la disponibilità e l’aiuto!
    Ciao!!

    • IP ha detto:

      Matteo,
      io non sono la CAF, come posso risponderti a una domanda del genere sul tuo dossier personale? 🙂
      Chiamali e chiedi.
      Per l’estratto di nascita basta che lo chiedi al tuo Comune in modulo internazionale.

    • Matteo ha detto:

      Mi correggo, e preciso.. ho visto sul sito della CAF, ho tentato di ripetere la procedura per controllare i vari steps, e nella parte su Reddito/Revenues è scritto “per l’anno 2009”, dunque l’anno precedente a quello della domanda.. Dunque, suppongo di aver fatto bene a indicare zero nei redditi.

      Quindi mi scuso per la domanda inutile.
      Al massimo, potresti specificare che per gli Erasmus (che credo siano un gran numero di quelli che guardano questo sito 🙂 bisogna indicare la propria borsa NON SUBITO, ma a partire eventualmente dall’anno successivo, nel caso si restasse in Francia per qualche ragione (come spero di fare io, peraltro.. incrociamo le dita)

      Grazie comunque, e scusa per aver intasato la bacheca.. Casomai, cancella i miei post.

      e ancora complimenti per il sito!

      • IP ha detto:

        Ma no Matteo! Che intasato la bacheca! Ci mancherebbe! 🙂
        Per la borsa Erasmus mi sembra logico che se tu la percepisci nel 2010 e che ti si richiedono i redditi del 2009 non bisogna inserirla in quanto nel 2009 non l’avevi.

        a presto

  19. Luca ha detto:

    Ciao a tutti,
    anche io sono al continuo inseguimento di questo aiuto per l’affitto. proprio poco fa ho trovato una nuova lettere dove mi chiedono l’atto di nascita tradotto in francese. io ce l’ho, ma in italiano ovviamente. qualcuno sa come funziona per la traduzione? non credo che possa farla io direttamente…sarebbe troppo semplice….

    grazie, aiutatemi e buona parigi a tutti!!!

    • barbamamma ha detto:

      la cosa più economica è chiedere al tuo comune di nascita il certificato di nascita su formulario plurilingue. Puoi fartelo anche spedire(a seconda dei comuni hanno modalità diverse e basta telefonare per saperel, c’è chi chiede l’invio di francobolli per spedirtelo e chi lo fà senza costi aggiuntivi). Puoi delegare una terza persona per la richiesta in comune.

      • Luca ha detto:

        Grazie barbamamma, mi sei stata molto utile

      • sonoiosonome ha detto:

        Ciao, anche io ho avuto lo stesso problema relativo all’atto di nascita. Mi è sorto un dubbio: il modulo plurilingue che ci forniscono al comune di residenza è davvero la “copie intégrale de l’acte de naissance” che la CAF ci richiede? Non sarà un altro documento ancora?

  20. barbamamma ha detto:

    due domande:
    – modulo: mi confermate che nei redditi N-2 (2008) non devo inserire i redditi italiani? Ve lo chiedo perchè una agenzia collegata con Cil-mobilité mi ha fatto fare domanda per un logement social e hanno voluto che inserissi i dati reddituali italiani nonchè copia del 730.

    – libre choix activité: qualcuno ne ha usufruito? Io mi trovo nelle condizioni però il periodo di lavoro prima del secondo figlio è stato fatto in Italia con versamenti inps. Il caf richiede e-c dei versamenti di un organismo di veillesse, ma io non so se si intende un organismo francese o anche europeo. Qualcuno di voi si è già trovato in questa situazione? Ho chiesto al telefono al caf e dalla cornetta è uscito un grande punto interrogativo.. ahi una domanda fuori dalla normalità, poveri cugini..

    • IP ha detto:

      Ciao barbamamma,
      per la prima domanda:

      Se avete lavorato in Italia, dovete indicare il vostro reddito percepito all’estero.

      per la seconda purtroppo io non ti so rispondere ma forse qualche lettore potrà aiutarti.

      a presto

      • barbamamma ha detto:

        grazie,
        il mio dubbio nasce dalla normativa che recita:
        “revenus nets catégoriels retenus pour l’établissement de l’impôt”
        In sostanza l’établissement de l’impot è riferito ai residenti fiscali francesi.
        Quindi: residente fiscale francese: dichiarerà tutti i redditi percepiti in francia e all’estero sui quali dovrà pagare le tasse ;
        residente fiscale italiano: i redditi percepiti “hors de france” li paga allo stato italiano.
        La differenza la vedo fra residenza fiscale o no in francia all’epoca della dichiarazione es.2008
        Perchè? perchè funziona così a livello fiscale, e perchè altrimenti come potrei detrarre nel loro formulario caf tutte le detrazioni fiscali che magari non hanno un equivalente in Italia e viceversa?
        se ad esempio un francese indica un reddito lordo(net avant imposition) di 10mila euro e poi detrae ad esempio la paje(solo un esempio)come potrò io italiano che dichiaro 10mila detrarre per esempio l’assicurazione vita che non ha equivalenza in francia?
        sono esempi grossolani ma giusto per far capire che secondo logica i due sistemi fiscali non essendo paragonabili non possono essere messi sullo stesso piatto.
        da qui nasce il dubbio, cercherò di andare a fondo.
        già tempo fà quando ero residente in italia mi dissero che non potevo aprire un conto se non avevo un indirizzo francese e invece l’ho aperto come non residente.. ho trovato la normativa che non lo impediva!
        ciao, grazie!

  21. Lorenzo ha detto:

    Ciao a tutti,
    al fine di includere nuove utili informazioni, ieri sono stato all’uffivio CAF (3eme).
    Mi è stato detto dalla gentile impiegata che per chiedere la CAF NON è necessario avere un contratto, basta una dichiarazione del proprietario in cui si specifichi l’ammontare che si paga ogni mese. Questa semplice carta, sempre a detta dell’impiegata, tutela sia inquilino che affittuario.
    In secondo luogo, siccome vivo con la mia ragazza, mi ha detto di fare domanda unica anche se non siamo sposati, pacsati ect,.
    Vi terrò aggiornati con nuove eventuali!
    Un caro saluto

    • IP ha detto:

      Ciao Lorenzo,
      un proprietario che non ti fa un contratto legale non accetterà mai di firmarti il foglio della CAF perché questo lo “smaschererebbe”… se ne trovi uno faccelo sapere però! 🙂
      La domanda se la fate separata o unica è uguale, nel senso che il montante totale è diviso per il numero degli abitanti:

      4. L’aiuto all’alloggio si intende per appartamento, se siete quindi in 5 a firmare il contratto il totale sarà diviso per 5 (nella domanda dovete indicare la vostra parte di affitto).

  22. Anto77 ha detto:

    Ciao,
    grazie per tutte le informazioni che ci fornisci. Senza non sarei mai riuscito a raccapezzarmi.
    Ho una domanda: sono registrato alla CAF come studente non remunerato single da 5 mesi. Da 1 mese mi sono sposato. Mia moglie vive in Italia. Secondo te, quando la CAF mi chiede se convivo con qualcuno o vivo da solo, si riferisce alla mia situazione in Francia o in generale? Posso dichiarare di non essere da solo se mia moglie vive in Italia? Non voglio nessun problema in futuro.

    • IP ha detto:

      Ciao Anto,
      in quanto sposato le risorse vengono calcolate a “coppia” quindi la cosa più seria da fare sarebbe quella di dichiarare che tu “affitti” solo ma “vivi in coppia”, nel senso che sei in coppia, non che vivi con tua moglie, ma essendo tua moglie partecipa alle risorse del nucleo familiare… oddio spero di essermi spiegata! 🙂

  23. elena serpentino ha detto:

    ciao! volevo farti i complimenti per il sito! è davvero utilissimo e molto chiaro! grazie!
    volevo chiederti informazioni riguardo la compilazione dall aiuto caf. volevo chiederti cos è il numero de securitè sociale… sarebbe per caso il nostro codice fiscale alis la tessera sanitaria? è importante per la compilazione della domanda? inoltre volevo sapere se devo inserire la mia sola quota affitto o l intero importo dell appartamento. riguardo a questo il nostro proprietario ci ha chiesto un mese di cauzione che non ci verrà restituita ma verrà scalata durante l anno per il pagamento di “texes de ramassage ordurès menageres et taxe d’habitation di 880 euro “da dividere tra i coinquilini per 12 mesi. devo sommare anche questa spesa all affitto totale? in fin dei conti è una spesa dell appartamento. non saprei…. puoi darmi una mano per favore?
    grazie mille!
    elena

    • IP ha detto:

      Ciao Elena,
      per il numero di sécurité sociale leggi QUI.

      Per la quota affitto nella simulazione hai tutte le info:

      “vous êtes en colocation, Indiquez le montant mensuel de votre part du loyer (charges et location des meubles comprises)”

  24. Claudia ha detto:

    Ciao!
    grazie dell’aiuto che offri!!
    Io non ho capito una cosa : Se siamo 5 coinquilini,il Caf calcola un contributo a testa o uno totale per appartamento?
    Mi spiego: siamo in 5 e dobbiamo pagare 2000 euro di affitto,se faccio la simulazione con la caf mi escono 114 euro (esempio!). questa cifra la devo calcolare a persona( quindi 114 x 5) o è il totale che la caf ci mette?

    Altra domanda che non c’entra ma visto che son qui te la scrivo :
    l’agenzia lodgis è affidabile? e volevo sapere se quando indicano l’affitto di una casa,le charges son comprese o meno visto che non lo specificano da nessuna parte
    http://www.lodgis.com/it/?sid=3890180605f41fbc8afd5ae5e0efa538

    grazie!!!

    • IP ha detto:

      Ciao Claudia, ho aggiornato il post con questa informazione. 🙂

      4. L’aiuto all’alloggio si intende per appartamento, se siete quindi in 5 a firmare il contratto il totale sarà diviso per 5 (ma il calcolo avviene in automatico nel momento in cui nel modulo vi chiedono in quanti abitate.

      Per quanto mi riguarda Lodgis è affidabile, per le charges devi sempre chiedere perché a volte non lo scrivono e poi resti fregata! 🙂

      • Claudia ha detto:

        grazie mille!!! 😀

        • claudia ha detto:

          Ultima domanda poi smetto di rompere!!!!
          :S

          Ho trovato una casa nel 18 ° e la proprietaria stipulerebbe un contratto di affitto saisonnière perche rimango 6 mesi.
          Ecco, ho letto tutto il sito del caf ma non specifica: avrò diritto all’aide de longement con questo tipo di contratto??
          guarda se si, mi fai davvero felice cosi metto un punto a sta ricerca forsennata e mi godo l’attesa per parigi 🙂
          GRAZIEEEEE

          • IP ha detto:

            Chi può avere gli aiuti?
            Tutti quelli che abitano a Parigi, BASTA AVERE UN CONTRATTO DI AFFITTO (e un conto in banca)… STOP!

            quindi la risposta è SI… in teoria… ma DEVI fare la simulazione a seconda della tua situazione.

            • valebubiz ha detto:

              questo sito è geniale!
              domandina: mi hanno detto che la caf non val più per gli stranieri, ma solo per i francesi e per chi risiede da 10 anni. la fonte dovrebbe essere autorevole. è vero?
              io sarò a parigi da marzo a maggio in uno studio della citè u. ho una borsa italiana. l’affitto è altino per i miei standard. posso far domanda?
              vale

              • IP ha detto:

                Ciao,
                ti hanno detto un’immensa, enorme, incredibile e vergognosa c…ata!
                Per sapere se ne hai diritto (esclusivamente su criteri di reddito) basta fare le simulazioni sul sito.

                • valebubiz ha detto:

                  grazie!
                  ne approfitto: secondo te come dottoranda straniera sono studente o privato? ho una borsa di studio, ma non è un reddito, e in Italia sono considerata studente.

                  • IP ha detto:

                    5. Per étudiant boursier si intendono le borse di studio su criteri sociali. Se avete qualsiasi altra borsa di studio (compreso l’Erasmus o le borse di dottorato) non siete étudiants boursiers e sono da considerarsi semplicemente un reddito.

                    Detto questo se non sei iscritta in nessuna Facoltà francese direi piuttosto “particulier”, ma è meglio verificare direttamente con la CAF. 🙂

          • Ciccio ha detto:

            Ma alla fine con una location saisonnière la caf si può avere o no? Grazie

  25. Serena ha detto:

    Ciao!
    Ho scoperto per caso il tuo sito perché ho un problema e cercavo sul web. Mi sembra fantastico, complimenti!
    Spero tu possa aiutarmi: abito a Parigi e ho un contratto di casa (a partire da questo luglio 2010) valido 2 anni. Presentando il “certificate de scolarité” erasmus dell’anno 2009-10 ho avuto diritto alla caf come studente, e ne sto prendendo il contributo. Da ottobre 2010 non sono più iscritta all’uni, perché l’erasmus è finito, ma ho vinto uno stage “Erasmus student placement” per 6 mesi (con una borsa di 600 euro per mese)in un centro di ricerca a Parigi. Il problema è che non ho diritto al riconoscimento francese dello statuto erasmus, quindi non avrò quest’anno il certificato d’iscrizione del 2011 (questo perché faccio lo stage in un centro di ricerca e non all’università).
    Restando comunque valido il mio contratto abitativo per altri 2 anni:
    1)se non dichiaro di non essere più studente mi chiederanno i certificati prima dello scadere del contratto?
    2)Se dichiaro al caf che non sono più studente, avrò diritto alla caf?
    3)Se volessi, come faccio a dichiarare lo stage, visto che non mi dà diritto a uno stipendio francese nè a dei justificatives francesi? E che non mi dà diritto allo statuto erasmus, pure essendo io studente?
    Scusami se mi sono dilungata, ma per spiegare era necessario. Spero tu possa aiutarmi!
    serena

    • IP ha detto:

      Ciao Serena,
      alla CAF interessano solo le risorse che hai per vivere, quindi ogni cambiamento di situazione va assolutamente comunicato per rifare i calcoli. Per vedere se ne avrai ancora diritto e quanto fai la simulazione.

      • Serena ha detto:

        Grazie del tuo consiglio. Ho fatto la simulazione. Avrei diritto a circa trecento euro perché ho barrato la casella “sans activitè professionelle”. Ma secondo te ne avrò diritto soltanto con un contratto d’affitto, senza impiego e senza dimostrazione di disoccupazione?

  26. Lorenzo ha detto:

    Ciao!
    in primis, complimenti per il sito.
    Ho una domanda. La padrona di casa dove vivo con la mia ragazza (e sua amica di famiglia) sta negli USA e ha sempre affittato con un “contratto tra privati” (espressione sua), cioè un foglio in carta semplice firmato da proprietario e affittuario che definiva le condizioni.
    Basta una cosa del genere per la CAF? Noi siamo studenti e la vorremmo ottenere senza carte false e senza che le piombi un bel controllo a lei.
    Se così non bastasse, dobbiamo utilizzare uno di quei modelli di contratto che trovi in agenzia immobiliare? Se cos’ facessivo, sui soldi che lei riceve verrebbe poi a pagare delle tasse?

    Grazie delle dritte e grazie del sito!

    Lo

    • IP ha detto:

      Ciao Lorenzo,
      se tu vuoi la CAF il proprietario deve pagare le tasse, se il proprietario non vuole pagare le tasse e ti fa un contratto “tra privati”, tu non puoi avere la CAF. Non si può mica avere la botte piena e la moglie ubriaca! 🙂

  27. Susanna ha detto:

    Ciao, recentemente mi è arrivata la lettera per rimborsare al CAF il trop-perçu. Vorrei chiedere se ci sn qualche multe, in caso che non li rido questi soldi subito. Grazie mille

    • Valentina ha detto:

      Ciao susanna,
      posso chiederti poi come hai risolto?
      Perchè a me hanno rimborsato il primo mese di affitto e non so che fare, vorrei risolvere subito prima che mi mandino lettere etc… fammi sapere. grazie

  28. veronica ha detto:

    ciao, avrei un dubbio.. è necessario aprire un conto in una banca francese? non basta essere titolari di un conto in italia?

    • IP ha detto:

      Ciao Veronica,
      non è necessario e neanche obbligatorio, ma se vuoi sopravvivere in questa giungla ti consiglio vivamente di farlo! 🙂

  29. Ivan ha detto:

    Ciao Ip, io e la mia ragazza vogliamo trasferirci a parigi…e non avendo reddito, arrivando senza lavoro, volevo sapere se avevamo anche noi diritto alla caf (soddisfando i requisiti del conto in banca e del contratto di locazione)…abbiamo 22 e 21 anni…magari conta qualcosa…grazie in anticipo.

    • IP ha detto:

      Ciao Ivan, più sei giovane e senza reddito e più hai diritto alla CAF!
      Il principio è giustamente di aiutare a essere autonome le persone per le quali sarebbe un po’ più difficile economicamente parlando, quindi… 🙂

      • Ivan ha detto:

        grazie mille IP…sei davvero disponibilissima…
        comunque l’intenzione era trasferirci all’inizio del 2012, quando saremo laureati (anche se la mia laurea, giurisprudenza non conterà nulla in francia), mentre pensi che la laurea della mia ragazza valga qualcosa, lei studia scienze dell’educazione…
        Un altro problema sarebbe la lingua, infatti ne io ne lei abbiamo mai studiati francese. Pensi che con un annetto di corso, questo problema si risolva? Considera che io so molto bene l’inglese e lo spagnolo…
        Altro dubbio. Faremo per sempre i camerieri, o ci sono possibilità lavorative superiori? magari non all’inizio, ma come speranza…;))Grazie del supporto, e scusa per le mille domande…;))

      • Alessandra ha detto:

        Ciao Ip, é qualche mese che ormai mi sono trasferita a parigi, avrei diritto, come attualmente disoccupata, all’aiuto della caf ma, oggi, quando ho chiesto la cortesia alla mia locatrice di compilare e firmare il foglio della caf, si é rifiutata, dicendo che non voleva entrare in cose amministrative ! Non ho un contratto d’affitto. Come mi suggerisci di comportarmi ( siccome non é la prima sgarratezza che noto e subisco, vorrei sapere se dovrei segnalare la cosa a chi di dovere ) devo cercarmi un’altra casa, vero? é frequente questa storia degli affitti in nero? perché, in tal caso, sara difficile trovare qualcuno disponibile a compilare quel modulo! grazie mille!!!!

        • IP ha detto:

          Ciao Alessandra,
          la cosa è semplice, se non hai un contratto in regola non hai diritto alla CAF, se la tua proprietaria ti affitta in nero è perché vuole fare la furba e non pagare le tasse, e compilare il modulo della CAF equivarrebbe e dichiarare che affitta l’appartamento.
          Un affitto in regola lo puoi trovare, ma con molta pazienza, come spiego QUI.

  30. olga chaparro ha detto:

    bongiorno: mi domanda é la seguente: ho fatto la riquiesta della borsa di studio 2010- 2011, per il mio figlio nel mese di aprile, per l’assegno di libri di testo, borsa di studio e assegno di studio trasporto,lui inizio la secunda media en la scuola “Ugo Foscolo” a Torino, mi hanno detto que questa era versata a il mio conto corriente in i primi giorni di septembre del presente anno, ma ancora noné arrivato niente, cosa devo fare.

    vi ringrazio per la vostra risposta e il vostro aiuto.

    cordialle saluto.

    att. Olga Ch.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.