Il digicode
01/08/2016
© flickr_stratman
Il cellulare: scheda o abbonamento?
05/09/2016
Tutti

La CAF e l’aiuto per pagare l’affitto

Ah Parigi! Ah, i francesi e le loro sigle! Una delle prime cose da imparare quando si arriva qui, è l’uso delle sigle e delle abbreviazioni, che vanno da restò (restaurant) a Mc’do (Mc Donald) e via dicendo. Ma tra le tante sigle assurde e inutili, ce n’è una che se venite ad abitare a Parigi non dovete scordare perché vi sarà molto utile: la CAF (Caisse d’Allocations Familiales).

Vi ricordo che per qualsiasi difficoltà nel gestire la CAF (che è l’organismo più ottuso e surrealista dell’amministrazione francese), posso occuparmene personalmente tramite l’agenzia di servizi. Dettagli e tariffe sul sito Paris pocket – Facilitateur de vie®.

Che cos’è?

La CAF è un organismo pubblico legato a quello che in Italia corrisponde alla ASL (più o meno), vi risparmio i dettagli.

Cosa fa?

La Caf aiuta finanziariamente le persone con redditi (molto) bassi attraverso svariati aiuti, tra cui L’AIUTO PER PAGARE L’AFFITTO (o parte del mutuo per la prima casa). La CAF fa un sacco di altre cose, ma in questo post mi concentrerò sull’AL .

Chi può avere gli aiuti?

I criteri di selezione sono molteplici e indecifrabili (e non li conosco in dettaglio), ma quelli fondamentali sono :

  1. avere UN CONTRATTO DI AFFITTO IN REGOLA (subaffitti, accordi vocali, affitti turistici e compagnia non fanno parte di questa categoria)
  2. avere un CONTO IN BANCA FRANCESE (è obbligatorio. Senza RIB francese non riuscirete neanche a completare la richiesta online)
  3. Poter GIUSTIFICARE DI UN MINIMO DI RISORSE
  4. Un NUMERO DI SECURITE SOCIALE francese vi faciliterà di molto la vita ma non è obbligatorio… ma accorcerà di molto i tempi. je dis ça je dis rien. ;-p

NO CONTRATTO IN REGOLA = IL PROPRIETARIO NON PAGA LE TASSE = NO AIUTO PER VOI (logico no?)

NO STIPENDIO FRANCESE = NON PAGATE LE TASSE IN FRANCIA = MOLTO DIFFICILE AVERE DIRITTO A QUESTO AIUTO SE NON VE LO PAGATE CON LE TASSE (logico no?)

I criteri di selezione sono molto severi e se arrivate in Francia senza un minimo di risorse che potete giustificare (aiuto dei genitori, lavoretto francese, borsa di studi, ecc…), avrete moltissime difficoltà per ottenere gli aiuti.

Per sapere SE e a QUANTO avete diritto, basta fare il TEST sul sito a partire da QUI.

In pratica

Dopo aver firmato il contratto di affitto vai QUI, rispondi alle domande e invia per posta i documenti richiesti alla fine della procedura. Bisogna aspettare un mese prima che il dossier venga trattato e, se si ha diritto agli aiuti, dopo un altro mese si riceverà il primo pagamento direttamente sul conto francese.

INFORMAZIONI IMPORTANTI SULLA PROCEDURA

  • Dopo aver compilato tutti i campi richiesti, scarica il tuo modulo precompilato in PDF. Mi raccomando salvalo perché:

– contiene il tuo numero allocataire che ti servirà per chiedere la password per accedere al tuo account ;

– devi spedirlo per posta insieme ai documenti indicati nell’ultima pagina

– c’è l’indirizzo della CAF dalla quale dipendi e alla quale devi spedire il tutto

  • Tutta la parte sul reddito, se non avete mai lavorato in Francia o non avete mai lavorato in generale, dovete lasciarla vuota e mettere 0€ ovunque.
  • Se avete lavorato in Italia, dovete indicare il vostro reddito percepito all’estero nell’anno in cui ve lo domanda il modulo.
  • Il reddito dei genitori in Italia non va dichiarato, quando venite in Francia non dipendete fiscalmente dai vostri genitori perché loro non lavorano in Francia e non pagano le tasse francesi.
  • Inutile fare domanda alla CAF prima di avere il contratto di affitto firmato.
  • L’aiuto all’alloggio si intende per appartamento, se siete in 5 a firmare il contratto il totale sarà diviso per 5 (nella domanda dovete indicare la VOSTRA parte di affitto).
  • Per étudiant boursier si intendono le borse di studio FRANCESI su criteri sociali. Se avete qualsiasi altra borsa di studio (compreso l’Erasmus o le borse di dottorato) NON SIETE étudiants boursiers e sono da considerarsi come un reddito.
  • Se vi chiedono di inviare cento volte lo stesso documento, inviatelo senza fare storie se volete che il dossier non venga bloccato.

Le tempistiche

Gli aiuti scattano dal primo giorno della registrazione della domanda sul sito, NON SONO RETROATTIVI e ci vuole minimo UN MESE per il trattamento del dossier.

Esempio: traslocate il 1° settembre, fate domanda il 3 ottobre, gli aiuti saranno calcolati dal 4 ottobre, ci vorrà un mese per il trattamento del vostro dossier e il primo versamento (con ottobre e novembre arretrati) arriverà a dicembre.

Se dopo un mese e mezzo dall’invio del dossier non avete nessuna notizia, contattate la CAF e chiedete se ci sono problemi.

I documenti richiesti

  • La lista approssimativa dei documenti richiesti la trovate QUI e anche scaricando il modulo dopo averlo copilato, come spiegato prima.
  • Vi chiederanno di sicuro un estratto di nascita in francese: inutile spendere soldi per farlo tradurre, ora i Comuni possono farvelo su modulo internazionale, basta farne la richiesta, è gratuito.
  • Se vi chiedono un documento che attesti che avete un minimo di risorse per vivere si tratta di una semplice autocertificazione, QUI potete trovare un modello.
  • Se non avete una copertura sanitaria francese vi chiederanno di sicuro un’Attestation d’affiliation de couverture (y compris CMU) couvrant les risques maladie et maternité che per voi corrisponderà alla TEAM (Tessera Sanita Europea). A seconda dell’ignoranza, dell’ottusità e della voglia di lavorare dell’impiegato che tratterà il vostro dossier, ci metteranno più o meno tempo a capire che la TEAM vale come copertura sanitaria anche in Francia e ve la chiederanno più o meno volte, voi continuate a inviare lo stesso documento all’infinito spiegando che siete europei e che è un documento valido (e in bocca al lupo!).

Dove inviare la richiesta e i documenti

Il modulo compilato e completo di tutti i documenti va inviato per posta alla vostra CAF. L’indirizzo dal quale dipendete sarà indicato nel PDF che stamperete.

ATTENZIONE: per ogni minimo cambiamento di situazione personale o professionale bisogna compilare e spedire l’Avis de changement de situation a partire dall’ ACCOUNT.

SE TORNATE IN ITALIA dovete semplicemente mandare una mail dal vostro account comunicando il giorno della partenza. In questo modo la Caf prenderà in conto la partenza e stopperà i pagamenti.

Il celebre modulo “Droit au séjour”

Una volta all’anno la CAF vi chiederà di aggiornare la vostra situazione per ricalcolare gli aiuti e riceverete, oltre al modulo per aggiornare le risorse, il celeberrimo modulo Droit au séjour.

Il DROIT AU SÉJOUR non corrisponde in nessun modo al TITRE DE SÉJOUR, inutile quindi sbraitare contro la CAF che non sa che siete europei e che quindi non avete bisogno del titre de séjour. :-p

A seconda della vostra situazione e in quanto europei, dovete poter giustificare il vostro droit au séjour :

  • se siete lavoratori dipendenti o freelance con contratto di lavoro, buste paga, ecc..
  • se siete studenti dovete essere iscritti a una scuola francese, avere una copertura sanitaria e garantire di avere le risorse necessarie per vivere
  • se siete inattivi o pensionati dovete giustificare che avete una copertura sanitaria e garantire di avere le risorse necessarie per vivere

Per maggiori informazioni clicca qui

1062 Comments

  1. Alex ha detto:

    Ciao,mi trasferiro’ a giugno per lavoro in francia per lavoro,il titolare mi offrira’ un contratto indeterminato con paga minima,e mi ha detto che in questo caso posso usufruire delle agevolazioni sull’affitto dell’appartamento fino a 400euro mensili,e’vero? vale per chi riceve uno stipendio minimo,o bisogna avere anche una certa’ eta,ossia avere meno di 25 anni?

    • IP ha detto:

      Ciao Alex, le risposte nel post :

      Chi può avere gli aiuti?

      • Alex ha detto:

        si ho visto,ho provato a fare anche la simulazione,pero’non capisco perche’devo dichiarare cosa ho preso nel 2011 quando lavoravo in italia,se inserisco i soldi che ho percepito in quell’anno non mi aspetta quasi nulla dal caf,mentre se metto che non ho percepito nulla mi aspettano oltre 300 euro,boh

  2. Giuseppe ha detto:

    Salve a tutti! Sono uno studente in procinto di partire per l’erasmus a Parigi. Io ho trovato una sistemazione tramite conoscenti ma questa signora che mi affitta l’appartamento non fa contratti.
    Ho letto però che il CAF lo si può richiedere anche con una dichiarazione d’hebergement. Giusto? Ma in che modo va fatta questa dichiarazione? Esiste un modulo?
    E soprattutto, se questa signora comunque mi affitta in nero, al CAF su cosa si baseranno per credere alle affermazioni riportate su questa dichiarazione d’hebergement?
    Grazie!
    Arrivederci

    • IP ha detto:

      Ciao Giuseppe, NO contratto = NO CAF. Se la signora non paga le tasse, lo Stato come li trova i soldi per aiutare te? 😉

  3. Claudia ha detto:

    Ciao a tutti,
    ma la richiesta alla CAF si può fare per tutti i contratti d’affitto regolari, o c’è un numero minimo di mesi da rispettare?
    Io per esempio firmo un contratto di tre mesi, sono studentessa senza reddito e ho un conto in una banca francese. Posso avere diritto al CAF?

    Grazie mille =)

  4. Naruto89 ha detto:

    Salve a tutti! Sono un laureando alla magistrale in Ing. Energetica, in procinto di partire per l’Erasmus Placement per 6 mesi assieme alla mia fidanzata ad Orléans. Dopo mesi passati all’insegna della gastrite, siamo riusciti a trovare un logement in un residence (ma non universitario). Al Residence sono stati molto disponibili, e ci hanno informato della possibilità di usufruire del Caf, ma a dirla tutta sono parecchio confuso, anche perchè non ho compreso bene che documenti portare. Qui, su questa pagina, e tra i vari commenti, ho letto la necessità di avere con sé addirittura il certificato di nascita tradotto. Io ho chiesto delucidazioni a quelli del residence, e loro mi hanno detto di portare questi documenti: ” En ce qui concerne la CAF, vous devez justifier : De votre activité et de vos ressources de septembre à décembre 2011,De votre activité et de vos ressources du mois précédent l’entrée, Un Relevé d’Identité Bancaire ou Postale.” Premettendo che io ad Orléans svolgerò uno Stage in un centro di ricerca, e che la partenza è ormai prossima, potreste aiutarmi a meglio comprendere che documenti portare con me. Grazie mille per il vostro aiuto.

    • IP ha detto:

      Ciao,
      alla fine della domanda hai un foglio con la lista dei documenti da produrre, fai la domanda online e poi guarda la lista.

  5. Lucy ha detto:

    Buongiorno, volevo chiedere delle informazioni. Io pochi mesi fa ho fatto la domanda per chiedere l’aiuto della casa alla caf, la domanda è stata accettata. Mi sono domandata dato che ha più di un anno che abito in questa casa se gli aiutano partono dal mese successivo che sono entrata nella casa oppure da adesso che ho fatto la domanda. Grazie in anticipo della risposta

    • IP ha detto:

      Gli aiuti scattano il mese successivo alla data di firma del contratto se il vostro dossier viene accettato.
      Esempio: traslocate il 1° settembre e la vostra domanda è accettata. Gli aiuti saranno calcolati da ottobre e il primo versamento arriverà a novembre.

      Per i casi particolari bisogna chiamare loro.

  6. Serena Accardo ha detto:

    Salve!
    Ho appena fatto una domanda alla Caf per poter ricevere un aiuto finanziario all’affitto della casa che occuperò a Parigi per tre mesi (sono una studentessa erasmus).
    Sapete dirmi ora cosa succede? Quand’è che sarò avvisata se la mia domanda è stata presa in considerazione oppure no?
    Volevo inoltre precisare che tra i documenti richiesti l’unico a mancarmi è il titre di séjour… mi sono informata su internet e a quanto ho capito non mi necessiterebbe averlo poiché il mio soggiorno in Francia non durerà più di tre mesi. Sarà un problema secondo voi la mancanza di questo documento?
    Spero qualcuno mi chiarisca un po’ le idee.
    Grazie! 🙂

  7. Irene ha detto:

    Caro IP
    ti devo chiedere un’altra cosa: cos’è la carte de securité sociale? Vorrei fare richiesta al CAF per l’alloggio, ma la signorina al telefono mi ha spiegato che devo avere questa carta (è la tessera sanitaria europea?) e se sono italiana, devo farmi fare un’attestazione dall’ASL italiana da utilizzare qui in Francia (prima di partire sono andata all’Asl ma mi hanno detto che la tessera sanitaria è abbastanza e non dovevano farmi nessune attestazioni e non dovevo riempire nessun tipo di modulo per la sanità in Francia).
    Quindi ecco non capisco questo dettaglio, potete aiutarmi?
    Grazie mille, Irene

  8. Otto ha detto:

    Dopo aver inviato il modulo a dicembre con tutti gli allegati richiesti, ho ricevuto ieri una lettera della CAF dove scrivono di aver bisogno, come ultimo documento per concedere i sussidi, della “copie intégrale de mon acte de naissance”.
    Ma quello che più mi ha spiazzato é che poi viene specificato che per chi è nato fuori dalla Francia, nel caso di atti in lingua straniera, deve presentare il documento richiesto tradotto da un “traducteur assermenté auprès d’une Cour d’appel”.
    Penso che se devo pagare un traduttore autorizzato magari due o trecento euro mi conviene direttamente lasciar perdere laCaf…
    Ne sapete qualcosa? A chi posso rivolgermi? Grazie!

  9. Sandra ha detto:

    E sarebbe una furbata all’italiana, arrivare e firmare il contratto d’affitto il 28 febbraio, per iniziare a percepire gli aiuti da marzo, anziché da aprile? 😉 Merci beaucoup! x

    • IP ha detto:

      3. Inutile fare domanda alla CAF prima di avere il contratto di affitto in mano in quanto vi chiederanno un ‘attestazione FIRMATA del proprietario.
      Gli aiuti scattano il mese successivo alla data di firma del contratto se il vostro dossier viene accettato.
      Esempio: traslocate il 1° settembre e la vostra domanda è accettata. Gli aiuti saranno calcolati da ottobre e il primo versamento arriverà a novembre.

  10. otto ha detto:

    ciao a tutti,
    mi sta venendo un dubbio: come è possibile che nel modulo per richiedere la CAF, scaricabile online dal sito caf.fr , si richieda la “déclaration de ressources 2010” ?
    Non dovrebbero richiedere, essendo nel 2013, la dichiarazione dei redditi prodotti nel 2012?
    Attendo lumi!
    Grazie

  11. martina ha detto:

    IP ma non posso fare un’altra domanda, ormai ho convalidato tutto, non mi dà la possibilità. Mi è venuto il dubbio solo dopo aver compilato la domanda on line. La spedisco comunque e poi la cambio una volta che me l’avranno accettata?

  12. Irene ha detto:

    Ciao a tutti!
    Ho appena parlato con una specie di agenzie per affittare camere o appartamenti a Parigi…io farò uno stage da febbraio ad agosto e avevo intenzione di chiedere l’aiuto del CAF una volta arrivata lì (infatti sto cercando solo contratti regolari).
    La persona con cui ho parlato mi ha detto che non basta avere l’attestation du stage (convention obligatoire de l’université) ma anche la carte etudiante 2012/2013… che cos’è? Io mi sono laureata all’università Statale a Milano nel maggio 2012, e la possibilità di fare uno stage convenzionato con l’università vale per un anno e non sono iscritta all’università. Non ho visto da nessun’altra parte questa informazione…mi ha preso in giro questa persona?
    Vi ringrazio infinitamente.
    Arrivederci
    Irene

  13. martina ha detto:

    un’altra cosa ! se ho sbagliato a compilare la domanda on line ( in italia ricevo reddito da affitto, non l’avevo considerato)sai per caso come faccio a correggerlo prima di mandare tutta la documentazione cartacea al CAF?? Perchè ogni cambiamento va fatto su MON COMPTE ma richiede dei codici di cui non sono in possesso ( Numéro d’allocataire e Code confidentiel)

    • IP ha detto:

      Ciao Martina, poiché è la prima domanda e non hai un conto (non sei ancora allocataire) devi rifare la domanda online dall’inizio.

  14. martina ha detto:

    ciao IP !! Grazie alle tue dritte sono sopravvissuta alla burocrazia francese. Spero di non dire una stupidaggine, ma credo che le cose per richiedere la CAF siano un pò cambiate. Adesso richiedono un “attestation de loyer” che deve essere compilato e firmato dal proprietario di casa, lo chiedevano anche prima oppure bastava il contratto di affitto regolare ? Te lo chiedo perchè anche all’apertura di un conto in banca (la bnp) il contratto di affitto non lo volevano,bensì una bolletta precedente o una raccomandata che ti mandano a casa che attesta che tu effettivamente vivi là. (la cosa mi è sembrata molto strana, cosa c’è di più legale di un contratto di affitto???). Spero tu possa essermi di aiuto !

    • IP ha detto:

      Ciao Martina,
      l’attestation de loyer è sempre esistita e il contratto d’affitto non fa parte dei “justificatifs de domicile” diciamo legali e accettati al 99%. Il justificatif de domicile è appunto una bolletta EDF, o del telefono fisso o della connessione a Internet.

  15. jon ha detto:

    perche ho dichiarato quest’ estate il reditto del 2010 zero oviamente in francia devo rifarlo per caso o mi chiedeno i soldi in dietro grazie mille

    • IP ha detto:

      Le indicazioni sono chiare, per i casi personali devi sentire direttamente loro per evitare che ti dia un’informazione sbagliata. In ogni modo ogni anno si deve dichiarare il reddito dell’anno precedente in modo che la CAF ricalcoli i tuoi diritti.

  16. jon ha detto:

    salve complimenti per il sito devo compilare reddito del 2011 per la caf ho lavorato in italia dichiaro quello?? il netto o il lordo del cud grazie

    • IP ha detto:

      Ciao Jon, come indicato nel modulo : “Déclarez SANS LES CENTIMES tous les revenus perçus en France, HORS DE FRANCE ou versés par une organisation internationale”.
      Nella “notice” del modulo (l’ultimo foglio) c’è la spiegazione dettagliata di quello che devi dichiarare a seconda di quello che dichiari.

  17. LOL ha detto:

    Ciao e complimeti per il sito. Chiaro e utile.
    sto presentando al domanda alla caf.
    Come faccio ad avere un titre de séjour? dove devo recarmi?

    grazie

  18. elly ha detto:

    Ciao IP! sono una studentessa erasmus e devo partire per Parigi a febbraio e volevo chiederti quali sono i documenti necessari per fare una richiesta al CAF, ho sentito dire che oltre al contratto d’affitto e al conto in banca bisogna presentare un certificato di nascita internazionale… c’est vrai?? grazie mille per l’aiuto!

    • IP ha detto:

      Ciao Elly,
      di preciso non lo so, ma questo documento ti potrebbe servire per altre cose, è facile da recuperare e dovrebbe essere gratis. Devi chiedere al tuo comune di nascita l’estratto in modulo internazionale.

    • Sandra ha detto:

      Salve e grazie per le utili informazioni! Io dovrei partire per Lyon con l’Erasmus Placement per tre mesi, da marzo a giugno 2013. Può essere fatta richiesta al CAF per alloggi di soli tre mesi in residenza universitaria? Grazie!

  19. GG ha detto:

    Grazie mille IP per la tua solita chiarezza e per la rapidità!!
    Un’ultima domanda, la variazione dovrò comunicarla sempre tramite il questionario internet? Cioè, devo ritrasmettere un form aggiornato oppure devo solo comunicare a mezzo posta le entrate che avrò?
    Grazie ancora e un saluto

  20. GG ha detto:

    Innanzitutto complimenti per il sito che è davvero ben fatto e che fa risparmiare a tutti tempo prezioso e denaro!
    Mi sono da poco trasferito a Parigi con la mia ragazza ed abbiamo un contratto di affitto intestato ad entrambi e due conti correnti con rispettivi RIB.
    Vorremmo richiedere la CAF per la nostra location e dalla simulazione abbiamo già visto che ci rientriamo.
    Vorrei sapere: se ho un reddito proveniente dall’affitto di un appartamento che possiedo in Italia, devo inserirlo nel form?
    Infine: ad oggi siamo tutti e due in cerca di lavoro (siamo qui da nemmeno un mese), perciò reddito zero…se fra un mese trovassimo un lavoro, dovremo comunicare subito la variazione di reddito per aggiornare così i finanziamenti della CAF?
    Spero di essermi spiegato e grazie per le risposte!!

    • IP ha detto:

      Ciao GG,

      1. se nel 2010 hai percepito un reddito in Italia (che sia con lavoro o affitto o altro) devi dichiararlo
      2. assolutamente SI altrimenti poi ti arriva il conguaglio e devi ridargli tutti i soldi che ti hanno dato e a cui in teoria non avevi diritto (a me è capitato perché mi sono scordata di comunicare il cambio situazione)

  21. daniele ha detto:

    E’ da un anno che abito in una casa in affitto se richiedo l’aiuto casa alla caf mi rimborano dal momento che sono entrata nella casa oppure dal momento che faccio la domanda. Aspetto una risposta.

    • IP ha detto:

      Ciao Daniele,

      gli aiuti scattano il mese successivo alla data di entrata nell’appartamento se il vostro dossier viene accettato.

      senza possibilità di retroattività.

  22. Floriana ha detto:

    a metà novembre m trasferirò a Parigi per cercare lavoro..i primi tempi starò da 1 mia amica ospite..devo cmq richiedere il CAF? devo farmi fare una dichiarazione di hébérgement da questa mia amica anche se non avrò diritto a nessun tipo di aiuto? non ho ben capito.
    grazie.

    • IP ha detto:

      I criteri di selezione sono molteplici, ma il criterio fondamentale è di avere UN CONTRATTO DI AFFITTO IN REGOLA (e un conto in banca).

  23. tere ha detto:

    Ciao ip, ti ringrazio del post perchè è molto utile!
    L’anno prossimo mi trasferirò a parigi per il dottorato per più di un anno. Ho il dottorato in cotutela lì, ma prenderò la borsa di studio in Italia. Come devo dichiararmi? Studente non borsista, studente borsista o lavoratore? La borsa di studio devo indicarla come reddito nella domanda per il caf?

    • tere ha detto:

      Inoltre, il reddito da dichiarare nella domanda per il caf riguardo l’anno precedente? Quindi, se nell’anno precedente al mio arrivo in francio non ho reddito, ma percepirò reddito solo dal momento in cui mi trasferisco, nella domanda devo scrivere reddito 0 ?

      • IP ha detto:

        2. Tutta la parte sul reddito, se non avete mai lavorato in Francia o non avete mai lavorato in generale, dovete lasciarla vuota e mettere 0€ ovunque.

    • IP ha detto:

      Statut professionnel du doctorant[modifier]
      Le doctorant est toujours un étudiant, inscrit dans un établissement habilité à délivrer le diplôme de Doctorat. Dans le cadre de cette inscription, son statut peut être celui d’un boursier rémunéré, de salarié, ou celui de simple étudiant non rémunéré.
      Lorsqu’il est boursier, salarié d’un laboratoire ou d’une entreprise pour réaliser exclusivement des travaux de recherche relatifs à sa thèse, le doctorant est donc un étudiant rémunéré.
      Dans certains cas, cette rémunération peut n’être que pour partie consacrée à une activité de chercheur : dans les sciences dures, par exemple, il est fréquent qu’un doctorant salarié ait à réaliser une partie de ses activités dans le domaine de l’ingénierie ou de suivi de projet. C’est par exemple le cas avec des projets financés par l’Agence nationale de la recherche ou la DGA en France, les Programmes Cadres FP en Europe ou encore Darpa aux États-Unis.
      En sciences humaines et sociales, en droit, il est très fréquent que le doctorant ne bénéficie d’aucune rémunération. Il est dans ce cas un simple étudiant, ayant une activité professionnelle principale.

      Insomma dipende da che statuto avrai e questo devi vedere con la tua Università.

      • tere ha detto:

        Penso di dovere dichiarare la borsa come reddito, grazie mille 🙂 Ma c’è una cosa che non capisco, scusami tanto… Il caf viene dato in base alla situazione reddituale dell’anno precedente all’arrivo in francia? ti faccio un esempio: l’anno prima al mio arrivo in francia non ho reddito, ma dal momento in cui mi trasferirò a parigi avrò una borsa di studio abbastanza consistente, che mi dura per tutto l’anno e mezzo in cui sarò lì. Dunque, quando faccio domanda per il caf, devo indicare probabilmente reddito 0 (e avrei diritto a 250 euro di caf come da simulazione), ma se poi dichiaro la borsa non ho più diritto difatto. Dal momento in cui dichiaro il mio reddito non avrò più diritto al caf?? Perchè sulla domanda vogliono sapere il reddito dell’anno solare precedente?

        • IP ha detto:

          Sulla domanda vogliono sapere il reddito passato e presente per chi ha un’attività, quindi se dichiari la borsa come reddito avrai la casella dove indicare anche il reddito presente. Perché? Chiedilo alla CAF…ma non sono sicura che ti rispondano, ehehehe! :-)))))

  24. Anna ha detto:

    Il Caf francese al quale ho presentato all’inizio di settembre la domanda di contributo mi informa di essere in attesa della risposta dalla proprietaria dell’ alloggio alla quale hanno scritto nonostante io abbia fornito copia del contratto regolarmente stipulato e il numero del mio conto bancario a Parigi.
    E’ normale ?

    • IP ha detto:

      Controlla bene la lista dei documenti richiesti e se hai inviato tutto. Se la lista è completa vuol dire che stanno facendo dei controlli per essere sicuri di tutto.

  25. dariooo ha detto:

    Ciao a tutti;ho una domanda che riguarda l’ALF e spero avere delle spiegazioni in quanto sono diventato parigiano e mi sento perduto in questa gigante città !!! mi sono trasferito a Parigi con la mia famiglia e sono in affito dal mese di aprile,sono andato alla CAF per depositare la domanda all’ALF ma mi l’hanno rifiutata senza neanche vederla!!!hanno detto che finche non ho un titolo di soggiorno o una attività lavorativa non ho diritto alla CAF!!!allora vorrei sapere se questo è vero ?GRAZIE.

  26. Andrea ha detto:

    Salve,vorrei avere una delucidazione.Mi sto trasferendo a Parigi e vorrei trovare un lavoro lì.Essendo lavoratore posso usufruire dell’aiuto della caf?Vi ringrazio in anticipo per l’informazione.

  27. Valentina ha detto:

    Ciao IP
    mi è appena sorto un dubbio..
    ma l’APL e la CAF sono la stessa cosa no?

  28. Floriana ha detto:

    ho letto che “Se abitate da qualcuno e non avete un contratto d’affitto, dovete farvi fare una dichiarazione di hébérgement dalla persona che vi ospita, è un certificato firmato che attesterà del vostro domicilio/residenza in Francia.”
    ma questo non mi da diritto a ricevere un aiuto economico o si?
    grazie.

  29. nick ha detto:

    Ciao! avrei una questione da sottoporre per la domanda alla caf.
    Io non sono uno studente, e ho vinto una borsa di tirocinio per fare uno stage qui a Parigi. La borsa che ricevo pero’ è pagata interamente dall’italia con “soldi italiani”. Vorrei quindi sapere se nella domanda(simulazione) devo mettere che sono uno stagista salriato e inserire l’ammontare della borsa o invece uno stagista non salariato poichè in Francia non percepisco alcun reddito.
    Vi ringrazio anticipatamente per la disponibilità e l’aiuto.

    • IP ha detto:

      Ciao Nick, è una tua risorsa, quindi dovrai indicarla come “reddito” o “somma con cui vivi”, insomma devi dire alla CAF quanti soldi hai a disposizione per campare. 🙂

  30. Alice ha detto:

    Ciao! Volevo chiederti una delucidazione per quanto riguarda la domanda alla Caf. La questione è la seguente: ho trovato una ragazza (italiana) che potrebbe subaffittarmi una stanza, l’appartamento è per 3 o 4 persone ma lei è l’unica intestataria del contratto d’affitto che ha stipulato con la padrona di casa. Ho letto sopra, se ho capito bene, che si può fare domanda alla Caf anche se non si ha un contratto d’affitto ma basta una dichiarazione di hebergement. E’ possibile? Questa dichiarazione me la dovrebbe fare la ragazza che mi subaffitta la stanza o la padrona di casa? Alla ragazza ho parlato di ciò e sarebbe disponibilissima a darmi una mano se tutto questo si può fare:) perciò spero tu possa risolvere questo mio dubbio, altrimenti l’affitto è troppo alto per il mio budget!:( e non è facile trovare persone così disponibili quando si tratta di un affitto a Parigi come ben saprai^^
    Grazie in anticipo,
    Alice

    • IP ha detto:

      Ciao Alice,
      se il contratto è a nome di una persona sola, solo quella persona riceverà la CAF.

      • Alice ha detto:

        Ma lei evidentemete non ha diritto all’aiuto, però se invece del contratto avessi una dichiarazione che abito da lei, a me potrebbero dare questo aiuto dato che ho tutti i requisiti per averlo? L’unico problema è che non capisco se serve per forza un contratto intestato a me o basta una dichiarazione che vivo da una persona. Grazie

        • IP ha detto:

          NO contratto = NO Caf, sennò sai quanti abusi!
          Se non hai un contratto in regola a tuo nome non puoi ricevere gli aiuti, se la ragazza ti subaffitta la camera, non è un contratto in regola, quindi niente Caf.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.