Covid19, Carte Vitale e chômage partiel – guerra alle fake news
29/04/2020
La CAF e il celebre modulo del Droit au séjour
05/05/2020
Tutti

1° maggio: festa del lavoro… e del mughetto!

Foto by Frédérique Voisin-Demery

Il 1° maggio è la festa del lavoro, e questo lo sanno tutti perché è un giorno FESTIVO, ma qui in Francia, oltre ad essere un giorno festivo è anche la FESTA DEL MUGHETTO. Il 1° maggio infatti le strade si riempiono di persone che vendono dei mazzolini di mughetto (un po’ come le mimose per noi il giorno della festa della donna), perché la tradizione vuole che si debba offrire questo fiore come porta fortuna. Chiaramente quest’anno questa parte della tradizione non sarà legale, speriamo che non ci saranno i soliti furbi/imbecilli a rovinare tutto.

Il mughetto, chiamato anche Giglio della valle, è una pianta originaria del Giappone e presente in Europa fin dal Medioevo. Questa pianta ha sempre rappresentato la primavera e i Celti pensavano che portasse fortuna. Il fiore di mughetto simbolizza anche gli incontri d’amore: per molto tempo, infatti, in Europa furono organizzati dei balli del mughetto a cui i genitori/adulti non avevano il diritto di partecipare. Le ragazze si vestivano di bianco e i ragazzi ornavano le giacche con un rametto di mughetto… e via al rimorchio! 🙂

Il mughetto è il fiore primaverile per eccellenza, fiorisce a maggio e nel linguaggio dei fiori significa ritorno della felicità. La tradizione di offrire un mazzolino di mughetto il 1° maggio risale al 1561 quando Carlo IX, avendone ricevuto uno come porta fortuna, ufficializzò la cosa e decise di offrirne uno ogni anno alle dame della corte.

Good news : i fiorai sono stati autorizzati a vendere il mughetto davanti ai loro negozi. In questo periodo a dir poco “speciale” direi che un mughettino portafortuna ci sta tutto no? :-p

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.