La CAF e l’aiuto per pagare l’affitto
08/08/2016
Le vacanze scolastiche
17/10/2016
Tutti

Il cellulare: scheda o abbonamento?

© flickr_stratman

© flickr_stratman

Oggi facciamo cadere un altro pezzo del domino che viene dopo la ricerca della casa e l’apertura del conto in banca. Anche se ora esistono svariate offerte che vi permettono di usare il telefono italiano all’estero, avere un numero di telefono francese faciliterà di molto la vostra vita da emigrati e vi aprirà tutte le porte amministrative (e non solo), esattamente come il conto in banca francese, non obbligatorio ma… anche si!

Come fare quindi per comunicare con il mondo ed essere reperibili non spendendo tutti i soldi che avete? È necessario gestire bene il proprio telefono cellulare. Il consiglio che vi do è di aspettare di avere un conto in banca e prendere un abbonamento, molto conveniente e meno caro delle carte prepagate.

Le trappole delle prepagate francesi*:

* faccio esempi a caso, le cifre possono cambiare da un operatore all’altro

  1. Se entro qualche mese non fate una ricarica, il numero si disattiva
  2. Meno ricaricate, meno durerà la ricarica: per esempio 10€ di ricarica dureranno due settimane e se non consumate i 10€ entro i 15 giorni i vostri soldini si volatizzano.
  3. Il costo di chiamata con le prepagate è abbastanza alto
  4. Per gli SMS e DATI OK, ci sono offerte abbastanza interessanti

Certo, se avete bisogno di essere contattati in Francia è la soluzione più rapida, visto che molti saranno reticenti a contattarvi su un telefono straniero e soprattutto nessuna amministrazione accetterà un numero di telefono italiano! 

In Francia, conviene nettamente farsi un abbonamento telefonico, ma ATTENZIONE a seguire le tappe: no abbonamento se non si ha un conto in banca francese !

Se volete un telefono a costo quasi zero dovrete sottoscrivere un contratto che vincola per 12 o 24 mesi (a scelta). Il contratto avec engagement fa sempre un po’ paura, ma se vi serve un telefono è la scelta migliore.

Se invece il telefono non vi serve, optate per un abbonamento senza engagement, che potrete disdire o modificare quando vorrete.

I vantaggi dell’abbonamento:

  1. Ce ne sono di tutti i tipi e di tutti i prezzi, basta scegliere quello più adatto alle vostre abitudini;
  2. Si può cambiare forfait senza nessuna spesa e a ogni momento, ma a ogni cambiamento vi impegnate per altri 12 o 24 mesi (a meno che non avete scelto un abbonamento senza engagement);
  3. Il cellulare te lo sbattono praticamente in faccia gratis o a cifre irrisorie al momento della firma del contratto (se il contratto è senza engagement, niente telefono però !);
  4. … e tanti altri piccoli vantaggi che potete scoprire tranquillamente su internet e cambiano a seconda dell’operatore.

Che operatore scegliere?

Nella miriade di offerte, per aiutarvi a scegliere il vostro forfait a seconda delle vostre abitudini potete consultare questi siti che mettono a confronto le varie offerte dei diversi operatori:

Dritta

Se poi non avete tempo di occuparvene, non avete voglia o proprio non sapete da dove iniziare, posso occuparmene io per voi! Qui trovate tariffe e dettagli: PARIS POCKET – VITA QUOTIDIANA

1 Comment

  1. mohamed ha detto:

    Ciao Elena prima di tutto complimenti per il blog e grazie per le preziosi consigli

    Mi sto preparando a lasciare l’Italia per fine mese con mia moglie è la nostra piccola di 2 mese

    Secondo te come abbonamento del telefono va bene anche free mobile?

Rispondi a mohamed Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.