Un week end a Parigi – itinerario per il 1° giorno
11/08/2019
Il concetto di rentrée
23/08/2019
Tutti

La CAF – gli aiuti per i genitori

Piccola premessa prima di affrontare questo ennesimo argomento amministrativo: non sono mamma, ma grazie al mio lavoro sto conoscendo sempre meglio i meccanismi della CAF (non solo per l’aiuto per l’affitto), e siccome l’obiettivo del blog è di condividere le esperienze che testo personalmente, eccomi oggi a spiegarvi come funzionano gli aiuti della CAF per i genitori.

Vi ricordo che per qualsiasi difficoltà nel gestire la CAF, posso occuparmene personalmente tramite l’agenzia di servizi. Dettagli e tariffe sul sito Paris pocket – Facilitateur de vie®.

Qualche indicazione generale per cominciare

Tutto quello che dirò in questo post è frutto della mia esperienza personale, non si tratta di verità assoluta ma del meccanismo generale e più frequente che ho potuto osservare in sette anni di attività lavorativa: esistono le eccezioni, ogni caso è a parte.

  • Se non avete nessuna risorsa in Francia (e quindi non avete mai pagato le tasse in Francia grazie a un lavoro di qualsiasi natura), inutile fare domanda per gli aiuti. Vi chiederanno mille volte gli stessi documenti (o altri impossibili da ottenere), per dirvi dopo un anno che non avete diritto agli aiuti perché non avete nessuna risorsa francese;
  • Prima di iniziare qualsiasi pratica aprite un conto in banca francese, senza di quello inutile iniziare le pratiche;
  • L’ideale sarebbe anche di cominciare le pratiche solo dopo aver ottenuto un numero di sécurité sociale francese, cosa che vi faciliterà non di poco la vita

La lista degli aiuti esistenti

Come già detto, ogni caso è particolare e solo la CAF è abilitata a studiare la vostra situazione in dettaglio, quindi inutile chiedermi se secondo me avete diritto o meno agli aiuti, perché non posso rispondervi. Basta fare i vari test e leggere le condizioni di attribuzione per avere già un’idea, ma poi dovete rivolgervi direttamente alla CAF.

PAJE (prestation d’accueil du jeune enfant)
La PAJE è composta da :

  • La PN (prime à la naissance), per la nascita di ogni figlio. È un aiuto per le prime spese legate alla nascita e ai primi anni di vita del bambin*. L’aiuto è versato una sola volta per ogni figlio appena dopo la nascita.
  • L’AB (allocation de base), un aiuto per poter alleggerire le spese legate alla crescita e all’educazione del bambin* fino a 3 anni.

Potete beneficiarne se:

  • rientrate nelle condizioni generali di attribuzione degli aiuti: cioé come dicevo prima e per riassumere, avete un indirizzo e delle risorse francesi e avete una copertura sanitaria (TEAM italiana o Carte Vitale francese);
  • la gravidanza è stata dichiarata alla CAF nelle prime 14 settimane ;
  • le risorse di due anni prima della data della domanda non sorpassano i limiti stabiliti dalla CAF

Tutti i dettagli li trovate qui:

AF (allocations familiales)
Le AF sono un aiuto versato a partire dal secondo figlio e fino al 20° anno di età se le condizioni di attribuzione sono rispettate.

Potete beneficiarne se:

  • rientrate nelle condizioni generali di attribuzione degli aiuti: cioé come dicevo prima e per riassumere, avete un indirizzo e delle risorse francesi e avete una copertura sanitaria (TEAM italiana o Carte Vitale francese);
  • avete almeno due figli di meno di 20 anni
  • le risorse di due anni prima della data della domanda non sorpassano i limiti stabiliti dalla CAF

Tutti i dettagli li trovate qui:

ARS (allocation de rentrée scolaire)
Le ARS sono versate all’inizio di ogni anno scolastico se i vostri figli hanno tra i 6 e i 18 anni e vi aiutano a sostenere una parte delle spese per la scuola.

Potete beneficiarne se:

  • rientrate nelle condizioni generali di attribuzione degli aiuti: cioé come dicevo prima e per riassumere, avete un indirizzo e delle risorse francesi e avete una copertura sanitaria (TEAM italiana o Carte Vitale francese);
  • i vostri figli hanno tra i 6 e i 18 anni
  • le risorse di due anni prima della data della domanda non sorpassano i limiti stabiliti dalla CAF

Tutti i dettagli li trovate qui:

La procedura

La procedura per entrare a far parte della CAF per noi stranieri è un po’ delicata. I francesi infatti sono automaticamente inseriti nel sistema appena dichiarano la gravidanza e poi tutto va in automatico (o quasi). Noi invece, non avendo un numero di sécurité sociale e arrivando magari dopo un anno dalla nascita di un figlio, dobbiamo fare la domanda manualmente e soprattutto stare attenti a non farla all’italiana! :-p

Quello che dico sempre è:

Meglio fare le cose più tardi ma fatte bene, piuttosto che cominciare un dossier e lasciarlo a metà o peggio ancora aspettare troppo tempo per inviare i documenti richiesti

me medesima, mamma come sono saggia!

A seconda dell’aiuto richiesto la procedura sarà online oppure cartacea. E per le tempistiche calcolate almeno un mese per il primo trattamento e almeno due settimane ogni volta che dichiarate un cambiamento (vi ho dato le tempistiche di base se tutto fila liscio, ho avuto dossiers durati anche un anno!).

Per riassumere, i passi da fare sono i seguenti:

  1. Si compila la domanda e si invia (online o cartacea);
  2. Si aspetta almeno un mese per i primi segni di vita (se arrivano);
  3. Se non ci sono segni di vita dopo un mese si comincia con lo stalking
  4. Se invece cominciano a chiedervi i peggio documenti mandate tutto senza brontolare (Si, anche se vi chiedono 10 volte la stessa cosa) :-p
  5. Si aspetta la risposta
  6. Si ricevono gli aiuti oppure il rifiuto giustificato

Per saperne di più

Nel post ho indicato gli aiuti più comuni e frequenti, ma qui avete tutta lista completa degli aiuti che riguardano genitori e figli:

4 Comments

  1. Lorenzo ha detto:

    Salve, io ho avviato le pratiche per l’apl fornendo tutti i documenti necessari. L’unico dubbio che mi viene soltanto ora è che il mio rib riguarda un libretto di risparmio. Potrebbe andare bene lo stesso o devo catapultarmi alla caf per correggerlo con un rib di conto corrente ??? Qui ogni volta che si sbaglia si rinvia di un paio di mesi. Grazie millissime

    • IP ha detto:

      Ciao Lorenzo, sinceramente non so risponderti, ma conoscendo l’amministrazione francese io lo modificherei con un RIB di conto corrente non si sa mai.

  2. ANAS ha detto:

    ma estratto di nascita chiedono l’originale o va bene anche una fotocopia …???

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.