Il mediatore delle telecomunicazioni
14/05/2012
Pizzicarella mia, pizzicarella!
19/11/2012
Tutti

La Tour Eiffel dal 1889 a oggi

Copyright (c) 123RF Stock Photos

Nell’arco dei suoi 123 anni di vita ha visto proprio di tutto. C’è chi si è lanciato dal suo primo piano con un prototipo di paracadute, con una corda elastica, con un paio di rollerblade, c’è chi ha cercato di venderla due volte, e poi c’è chi, come me, si è semplicemente accontentato di visitarla. Di cosa stiamo parlando l’avrete intuito dal titolo: si tratta della Tour Eiffel.

La storia della Torre

La Tour Eiffel venne costruita in occasione dell’Esposizione Universale di Parigi del 1889. I lavori iniziarono nel gennaio del 1887 e vennero assegnati all’ingegnere Gustave Eiffel. La costruzione della torre, all’epoca l’edificio più alto che fosse mai stato costruito al mondo, terminò in tempo record dopo soli 2 anni e 2 mesi e 5 giorni.

Molti parigini non videro di buon occhio il monumento, il quale venne considerato inutile ed orribile, un vero pugno nell’occhio in mezzo all’armoniosa architettura della belle èpoque parigina.

A ribellarsi pubblicamente alla costruzione della torre furono in una quarantina, tra cui gli intellettuali, gli scrittori e gli artisti più di spicco del momento: tra questi ricordiamo Guy de Maupassant, il quale, nonostante avesse firmato una petizione anti-Tour Eiffel che comparse sul quotidiano Le Temps, si recava tutti i giorni a pranzo in uno dei ristoranti della torre una volta che questa venne costruita. Lo scrittore si giustificò affermando che non esisteva posto migliore a Parigi da cui evitare la vista della Tour Eiffel se non la torre stessa.

Nonostante le accese polemiche degli intellettuali, al momento dell’inaugurazione la torre riscosse un grande successo tra il pubblico. Gente comune e personaggi illustri accorsero da tutta Europa per partecipare al grande evento. Il successo fu strepitoso nonostante durante le prime settimane dall’apertura gli ascensori non fossero ancora in funzione e i visitatori fossero costretti a salire i 1710 gradini per raggiungere la cima.

Secondo i piani originali la torre avrebbe dovuto essere demolita dopo vent’anni dalla sua costruzione perché il monumento non venne mai considerato parte della bellezza di Parigi.

Fu proprio il suo costruttore, Eiffel, a salvarla dalla demolizione del 1909. L’ingegnere promosse l’utilità della torre come stazione di ricerca scientifica e iniziò a praticarvi esperimenti di fisica, osservazioni metereologiche e astronomiche: le autorità locali si lasciarono così convincere da Eiffel e decisero di lasciare in piedi la torre.

Oggi la Tour Eiffel ospita circa 7 milioni di visitatori all’anno ed è uno dei monumenti più famosi al mondo.

Dal lontano 1889 diverse modifiche sono state apportate al monumento. In primo luogo non è più possibile salire tutti i 1710 gradini che portano in cima: il tratto di scale dal secondo al terzo piano, infatti, è stato chiuso al pubblico. Se vorrete, potrete salire a piedi fino al secondo piano, per poi proseguire per il terzo in ascensore.

Curiosità

Veniamo ora alle curiosità che si celano dietro la torre. Ho raccolto qui le più famose.

Nel 1912, un sarto di nome Frank Reichelt, più interessato all’aerodinamica che alla sartoria, costruì con le sue mani un prototipo di paracadute che sperimentò lui stesso lanciandosi dal primo piano della Tour Eiffel. Il suo paracadute oggi ci appare ridicolo, ma all’epoca il signor Reichelt credette fermamente nel suo funzionamento. Il sarto si gettò così dalla torre e, come da copione, si sfracellò al suolo.

Pochi anni dopo, negli anni Venti, Victor Lustig mise in scena una delle più famose truffe della storia. Victor approfittò di un momento in cui le critiche nei confronti della Tour Eiffel erano particolarmente dure, si spacciò per un funzionario statale e fece finta di voler mettere all’asta la torre intera. Ad aggiudicarsela fu il signor André Poisson, il quale, accortosi della truffa, fu talmente imbarazzato da non voler denunciare l’accaduto. Pochi mesi dopo Lustig ritentò il colpaccio, ma questa volta venne scoperto e incarcerato.

La curiosità più recente risale infine al 2007, anno in cui la signora Erika La Brie sposò legalmente la Tour Eiffel, diventando Erika Eiffel.

(Scritto da: Laura Mazza)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.