Grazie, prego, scusi, tornerò!
24/09/2018
Il Pass Navigo
01/10/2018
Tutti

La Nuit Blanche a Parigi

L’arrivo di Ottobre e dell’autunno per me è sempre stato e rimarrà sinonimo di Notte bianca, perché la prima edizione fu nel 2002, anno del mio arrivo a Parigi, e perché fu lei ad accogliermi tre giorni dopo il mio sbarco in questa città.

Ancora frastornata dal viaggio, dalla prima fregatura presa (un taxi abusivo all’aeroporto), dall’iscrizione all’Università, dal fatto di vivere con altre due coinquiline in 20m quadrati, assetata di nuove conoscenze e di nuove esperienze, in quel lontano ottobre 2002 Parigi mi accolse nella sua sontuosità notturna, nelle sue luci e nei suoi spettacoli d’avanguardia, in un mix di luci, suoni e colori a cui non ero assolutamente abituata!

Ogni anno quindi, il primo sabato di ottobre, cerco di non perdermi questo evento nato a Parigi e che si è poi esteso ad altre numerose città d’Europa.

Il tema di quest’anno

Ogni anno l’organizzazione della Notte Bianca viene affidata a un/a Direttore/trice artistic* divers*, che sceglie un tema e seleziona opere e artisti. Quest’anno, sotto la direzione artistica di Gaël Charbau, la nuova edizione vi farà scoprire monumenti più o meno conosciuti (alcuni dei quali non hanno mai partecipato alla Notte Bianca) e darà spazio ai talenti emergenti di tutte le discipline artistiche: dalle arti plastiche alla danza, al teatro e alla musica.

I percorsi, che il Direttore artistico ha deciso di chiamare costellazioni – si tratterà infatti di creare un legame tra i creatori e gli spazi pubblici seguendo delle linee immaginarie – saranno quattro : Invalides, Ile St Louis, La Villette e Porte Dorée.

Due piccoli consigli personalissimi

Vi ricordo che il concetto della Nuit Blanche è estremamente artistico: una notte di passeggio parigino scoprendo le varie installazioni proposte e seguendo il tema della nottata: se cercate la fiesta questo evento non fa per voi. 😉

Come ogni evento che smuove le folle (e la Notte bianca ne smuove sempre di più !) preparatevi a essere pazienti e fare file, studiatevi bene il programma in anticipo, prevedete da prima una passeggiata ben definita e cercate di evitare le installazioni più pubblicizzate e centrali. Se non volete fare file, idem, questo evento non fa per voi. 😉

Per saperne di più sulla Nuit Blanche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi